Russia e USA, attacchi in Siria: accordo Putin-Obama?

Trump contro Obama:

Vertice internazionale dell’Organizzazione delle Nazioni Unite, si decide il destino della guerra in Siria. Si sono confrontati ieri Barack Obama, presidente degli Stati Uniti d’America, e Vladimir Putin, leader della Russia. Un incontro bilaterale durato ben 95 minuti, dove i due hanno esposto i loro pensieri sui possibili attacchi in Medio Oriente. I commenti dopo l’uscita dal vertice sono stati positivi da entrambe le parti. Per Putin è stato un incontro “molto franco e utile”, mentre il Segretario di Stato degli USA Kerry ha dichiarato “è stato un incontro utile e costruttivo”.

Per alcuni ci sarebbero addirittura i presupposti per un attacco combinato di Usa e Russia contro l’Isis in Siria. Distacco invece sul ruolo che dovrebbe assumere Bashar Assad in questa situazione. Per il numero uno della Casabianca dovrebbe tirarsi fuori, mentre per il leader del Cremlino potrebbe essere fondamentale. Le divergenze rimangono, ma da entrambe le parti sembra esserci la volontà di collaborare. Intanto si escludono attacchi via terra da parte della Russia almeno per il momento.  Il leader del Cremlino ha precisato però di non escludere raid aerei congiunti contro Damasco ma, ha aggiunto, «che ogni nostra azione sarà fatta solo se in linea con il diritto internazionale».

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica e spettatore interessato di tutto ciò che è intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.