Attualità

Scavi di Ercolano porte aperti al pubblico per poter assistere al restauro di un dipinto

I visitatori che si recano al Parco archeologico di Ercolano da ieri, 28 gennaio, fino al 5 febbraio  potranno assistere al restauro di un dipinto, raffigurante un paesaggio architettonico proveniente dalla Villa dei Papiri, che sarà esposto nella mostra ‘Rediscovering the Villa dei Papiri’ al Getty Museum di Malibù dal 26 giugno al 28 ottobre 2019. 

“Il dietro le quinte” fa parte del progetto di inclusione del pubblico nei lavori di restauro e manutenzione dell’eccezionale patrimonio archeologico dell’antica Ercolano. In particolare, l’opera di restauro, a cui i visitatori potranno assistere, riguarderà un dipinto datato tra l’anno 50 e 30 avanti cristo, e   e – informano dal Parco – fu realizzato al momento della costruzione della Villa dei Papiri. Esso ha una lunghezza di circa m 2,50 e m 1,20 di altezza e corrisponde all’incirca a 1/6 dell’intero schema decorativo della parete.

Visitatori e appassionati, muniti di regolare biglietto di accesso al Parco Archeologico, potranno assistere agli interventi di restauro dal lunedì al venerdì dalle 12.00 alle 13.00 e troveranno a loro disposizione la restauratrice Elisabetta Canna che illustrerà il suo lavoro e risponderà alle domande che le verranno poste.

Inoltre, torna domenica 3 febbraio l’appuntamento con “Domenicalmuseo”, evento voluto dal Ministero per i Beni Culturali, che promuove la visite dei siti culturali e aree archeologiche con l’ingresso gratuito.

Tag

Antonio Caporaso

Antonio Caporaso è nato a Salerno, vive a Portici. Laureato in Giurisprudenza, è fotoreporter dal 1990. Insieme con Jacopo Naddeo, dal 2016 ha costituito un laboratorio per le arti fotografiche in Pellezzano (Sa). Ha partecipato a numerose mostre e concorsi fotografici. Scrive libri e collabora con alcune riviste e case editrici nazionali.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close