Totti Gol e Scudetto alla Roma, 17 giugno 2001: il Video

La Roma si aggiudica lo Scudetto nell'annata calcistica 2000-2001 battendo il Parma per 3-1. Totti era il capitano di quella squadra che aveva battuto la Juventus e si era aggiudicata lo Scudetto.

L’addio di Totti dal mondo del calcio ha impressionato ed emozionato un po’ tutti poiché se ne va un altro campione del mondo e un’altra leggenda dello sport che gli italiani amano di più. Il ricordo del 10 giallorosso fa vagare non solo i tifosi romanisti ma tutti gli amanti del pallone all’ultimo Scudetto vinto dalla Roma, quel famoso 17 giugno del lontano 2001.

Francesco Totti ha lasciato la squadra di cui è sempre stato tifoso e di cui ha sempre indossato prima, seconda e terza maglia. 25 anni con gli stessi colori che gli hanno regalato molte sconfitte ma altrettante gioie, una su tutte quello Scudetto delle meraviglie vinto davanti ai propri tifosi grazie al 3-1 rifilato al Parma. In quell’occasiona fu proprio Totti ha sbloccare la partita grazie al suo goal.

Quel 17 giugno verrà ricordato in eterno anche perché è stato l’unico Scudetto vinto da quello che viene definito il più grande di tutti nella città di Roma oltre che uno dei più grandi insieme a Del Piero, Baggio e chi più ne ha più ne metta, della storia del calcio italiano. Quello Scudetto che andò ai giallorossi fu una vera e propria festa popolare di cui i romanisti ne tengono vivo il ricordo per svariati motivi. Da una parte c’è la gioia immensa che viene intensifica dal fatto che non succede ogni giorno di diventare Campione d’Italia e dall’altra c’è felicità perché quel trofeo era stato alzato al cielo dall’ottavo Re di Roma, Francesco Totti.

Scudetto della Roma: Cronaca del Match

Quella giornata fu memorabile non solo per i romanisti ma per tutti gli amanti del calcio. Lo Scudetto se lo stavano giocando la Roma che si trovava in cima alla classifica a quota 72 punti e la Juventus che occupava il secondo posto, a 70 punti. Ai giallorossi bastava una vittoria per laurearsi Campioni d’Italia e cosi è stato. Totti sblocca il match con un sinistro sotto la traversa al 19′, poi raddoppia Montella al 39′ del primo tempo precedendo la segnatura di Batistuta che arriva al minuto 78 della seconda parte di match. Il Parma ha un solo sussulto all’82’ con Di Vaio che accorcia le distanze ma la i capitolini s’impongono per 3-1 e si aggiudicano lo Scudetto battendo i bianconeri.