Scuole Innovative nel Mondo: la Classifica delle più belle

Se mai desideraste per i vostri figli qualcosa di davvero alternativo, un luogo che possa stimolare la fantasia e che riesca al contempo a coniugare design e progresso alla cultura e i più moderni piani di studio per l’apprendimento ecco qualcosa che vi piacerà sapere. Andiamo a sbirciare fra le scuole più insolite al mondo quelle che a noi sono piaciute di più.

Sempre più spesso, oramai le nuove generazioni di studenti lamentano che le infrastrutture scolastiche risultino datate e obsolete non solo dal punto di vista architettonico (potremmo scrivere un libro sui vari istituti italiani e mondiali che hanno abbondantemente superato i trenta, se non quarant’anni dalla propria edificazione!) ma anche e soprattutto dal punto di vista dei piani educativi offerti: sebbene in diverse aree mondiali il progresso sia infine giunto sui banchi di scuola – aule e laboratori informatici incrementati, utilizzo della LIM (Lavagna Interattiva Multimediale) in diversi istituti di scuola primaria e secondaria e molto altro ancora – dobbiamo ancora compiere passi da gigante per poterci dire approdati, anche con la scuola nel Nuovo Millennio. E’ cosa nota che i genitori cerchino per i propri figli le scuole migliori perché si sa, nonostante si sia nel 2017, tutti ma proprio tutti desiderano che possano imparare quanto appreso a suo tempo da noi: storia, geografia, matematica, scienze, lingua italiana ed estera. Ma… esiste un modo nuovo per lasciare che ne siano attratti?

La classifica delle scuole innovative

La risposta è si: in diverse aree il Progresso rappresenta realmente la nuova Era dell’Istruzione. California, Olanda, Danimarca, Svezia e ancora, ovviamente Stati Uniti: ecco dove dirigervi per trovare le scuole più particolari del mondo. Partiamo dalla suggestiva cornice finlandese che ospita la Saunalahti School, precisamente ad Espoo.

Dedicata a tutti gli studenti che temono la pressione scolastica e lo stress. Durante le lezioni i ragazzi possono sedersi liberamente dove preferiscono, chiacchierano amabilmente con i compagni possono addirittura stendersi sui divani, se troppo stanchi. L’atmosfera è davvero così positiva e rilassante come pensate. Utopia? Assolutamente no, e rilanciamo con le dotazioni di questo fantastico ambiente: è presente una palestra, una biblioteca,  un luogo di riunione e un’associazione giovanile. Prima che i più facciano le proprie rimostranze ricordiamo che ogni studente ha una sua identità e dei suoi bisogni, per l’apprendimento, come anche un canale comunicativo a se stante, e deve essere adeguato auspichiamo sempre individualmente per permettere di comprendere ed interfacciarsi con amici e docenti e ultimo, ma non meno importante i suoi tempi.

Se invece, cari genitori per i vostri figli ricercate avventura e dinamismo sin da piccoli, perché magari siete voi stessi a stabilire che il loro contatto con il mondo circostante e la natura sia importante per la loro crescita la scuola giusta è Rosanbosch a Stoccolma, Svezia, dove si ritroveranno a scalare montagne, esplorare caverne. I ragazzi hanno a disposizione un computer per svolgere i loro compiti e possono seguire lezioni di danza, arte e musica.

In famiglia siete amanti delle ultime tecnologie? Allora reputerete La School-Cube a Copenaghen, in Danimarca davvero futuristica. I 1100 studenti seguono le lezioni in grandi cubi di vetro e l’open space è diviso in sezioni separate, con comode aree destinate a posti a sedere. L’obiettivo che la School-Cube si propone è quello di stimolare la creatività e la flessibilità di pensiero.

Quella che preferiamo? E’ la Wharoonga, in Australia. Perché? Tralasciando l’amore per il meraviglioso design esteriore che la rende davvero stimolante come ambiente scolastico, la vera innovazione è insita nel piano scolastico:viene individuato e concesso per ogni studente un programma a se stante, lievemente modificabile dagli insegnanti e dai genitori. Contano qui i desideri dei bambini, che vengono realmente ascoltati. Sono loro ad avere il diritto di avanzare proposte di studio e questo migliora il processo educativo e lo rende anche più piacevole.

E quella più “Green”? Ci perdonerete il gioco di parole ma la Marcel Sembat High School, in Francia più che Green è realmente un Evergreen.  A quanto pare ogni angolo dell’edificio par sia stato preso dolcemente in ostaggio da un prato e non fa eccezione nemmeno il tetto, completamente coperto dall’erba. No, non è l’ennesima follia di un designer visionario ma lo scopo per cui è sorta: permettere ai bambini di stare all’aria aperta il più possibile. E quando arriva l’estate? Le lezioni si svolgono direttamente sui prati.

Ve ne sono molte altre validissime come la Steve Jobs School in Olanda, la Egalia a Stoccolma, solo per fare un esempio e la lista potrebbe davvero prolungarsi ancora. Una cosa è certa: potendo tornare indietro, non ne avremmo preferita forse una così?

Condividi
Laureata in Belle Arti, Dipartimento di Arti Visive ha scelto di fare della Decorazione Artistica, in ogni forma la sua vita. Pugliese di nascita, spezzina d’adozione ha sempre un nuovo libro con sé; ama i viaggi, la fotografia, il buon cibo e predilige i film storici. Freelance Editor per Newsly.it e NailsArt.it scrive per dare voce alle idee, per lasciare che si concretizzino e possano dare nuova forma e sostanza al mondo che la circonda.