Stazione Tav Afragola, Blitz dei Carabinieri: chiusi bar e parcheggio

Chiusi bar e parcheggio della stazione Tav di Afragola appena inaugurata a seguito di un blitz dei carabinieri.

La chiusura subito dopo l’inaugurazione. Questo è quello che è accaduto alla stazione ferroviaria di Afragola. A seguito di un blitz dei carabinieri del Nas, pochi giorni dopo l’inaugurazione, il bar e il parcheggio della Tav “La porta del Sud” sono stati chiusi in quanto sprovvisti delle necessarie autorizzazioni, ma diverse sono le irregolarità riscontrate dalle forze dell’ordine nel corso della perquisizione odierna.

Stazione di Afragola: bar privo di autorizzazioni

Diverse le irregolarità riscontrate nel corso del blitz dei Nas al quale hanno preso parte anche i Vigili del Fuoco, i tecnici dell’ASL Napoli 2 Nord e i carabinieri coordinati dal Pubblico Ministero della Procura di Napoli Nord, Giovanni Corona. È stato chiuso il bar della stazione, l’unico presente, perché non in regola in quanto sprovvisto delle necessarie autorizzazioni e imposta per tale ragione una multa di 5 mila euro. A tal proposito le Ferrovie dello Stato hanno fatto sapere attraverso una nota: “Abbiamo ricevuto garanzia dai rispettivi gestori che i documenti mancanti saranno presentati al più presto”. Chiuso anche il parcheggio adiacente per la medesima ragione.

Stazione di Afragola: le irregolarità rilevate dalle forze dell’ordine

Non in regola neppure l’impianto antincendio che dovrà essere controllato dagli esperti dei Vigili del Fuoco. Sempre ai fini della sicurezza, mancano nella stazione di Afragola il kit pronto soccorso e i defibrillatori; inoltre le uscite di emergenza risultato attualmente non agibili in quanto danno sul cantiere ancora aperto. Non va meglio all’impianto di climatizzazione, sprovvisto del motore e dunque inutilizzabile. Le perquisizioni proseguono, ma le Ferrovie dello Stato hanno fatto sapere attraverso il comunicato di possedere “tutte le autorizzazioni necessarie per l’esercizio ferroviario”.