Storia dell’ albero di Natale: Leggenda e Tradizioni

L’abete addobbato a festa è fra i decori natalizi più diffusi nel mondo. Ecco una leggenda che racconta come è nata la tradizione dell’Albero di Natale! 

L’albero di Natale è uno dei simboli di questa festività tanto amata e tanto attesa. Addobbare un abete per le Feste spesso vuol dire arricchire la propria abitazione di un’atmosfera di armonia, pace e accoglienza.

E vuol dire anche spendere del tempo con familiari o amici, divertendosi appendendo all’abete decori e luci di ogni genere. Ma non tutti sanno come è iniziata questa tradizione. Una leggenda tedesca ce lo racconta.

La tradizione di preparare l’albero di Natale è molto antica e ha origine in Germania. Una notte di dicembre, mentre tornava a casa, un boscaiolo vide un abete innevato illuminato dalla luna; i raggi di luce che riflettevano sulla neve e sul ghiaccio, facevano brillare l’albero di mille lucine. Era veramente uno spettacolo emozionante!

Il boscaiolo avrebbe voluto mostrarlo ai suoi bambini, ma non poteva certo portarli in mezzo al bosco di notte e al freddo. Così portò un abete a casa e lo adorno’ con festoni bianchi e candeline, per riprodurre l’effetto della neve e della luce lunare. Poi per arricchirlo ancora attaccò dolcetti e caramelle, per la gioia dei suoi piccoli.

Da allora in tutto il mondo si addobbano abeti per augurare Buone Feste, secondo i gusti e le tradizioni familiari o locali! Artisti e artigiani, nel tempo, si sono adoperati e ancora oggi lo fanno, per creare le decorazioni più belle e particolari.

La tradizione mondiale, inoltre, vuole che l’Albero di Natale non sia solo un simbolo di buon auspicio, ma serva anche come “deposito” dove Babbo Natale, la notte della Vigilia, deposita tutti i doni.

Condividi
Lelia Paolini è nata a Viareggio. Vive in Versilia con i tre figli, due gatti e un marito. Fra le sue più grandi passioni leggere, scrivere, ridere, viaggiare. Sogni nel cassetto: scrivere il romanzo del secolo e stabilirsi in un cottage in Scozia, vista Oceano.