Storia della Befana da raccontare ai bambini: chi è Babushka ?

Storia della Befana da raccontare ai bambini: chi è Babushka ?

Il 6 gennaio si festeggia l’Epifania, ricorrenza religiosa che celebra l’arrivo dei Tre Re Magi presso la grotta di Betlem per omaggiare Gesù Bambino. E la Befana? Cosa c’entra con i Re magi ? E con la Babushka della Steppa russa? Scopriamolo da una delle tante leggende legate alla vecchietta volante più popolare della storia.

In Russia, oltre duemila anni fa viveva una vecchia signora che abitava da sola, nella Steppa.
La leggenda racconta che i tre Re Magi in viaggio verso Betlem si fermarono a riposarsi un po’ a casa della povera donna che ospitava sempre i viandanti stanchi. Il suo nome era Babushka.

Quando i Magi ripartirono, anche la vecchina decise di portare un dono a Gesù Bambino: un pezzo di pane scuro, cioè tutto quello che possedeva. Però Babushka non conosceva la strada e si perse non ritrovando più la strada di casa. Si dice che ancora oggi, nelle notti fra Natale e l’Epifania, lasci, in ogni casa dove c’è un bambino, in pezzetto di pane nero in segno di augurio.

Forse Babushka e la Befana sono la stessa persona o forse sono solo lontane parenti. Però quel pezzo di pane nero che Babushka regala ai bambini tanto somiglia al carbone che la Befana porta ai bambini, carbone dolce per i più buoni e carbone vero per i più birichini. Allora forse un legame fra loro c’è o c’è stato. Chi lo sa? In Russia ancora oggi si indica con il termine Babushka, una nonna o una donna anziana dai modi gentili. La sua figura viene festeggiata come da noi la Befana, perché portatrice di doni e regali ben auguranti per l’anno appena cominciato.

Condividi
Lelia Paolini è nata a Viareggio. Vive in Versilia con i tre figli, due gatti e un marito. Fra le sue più grandi passioni leggere, scrivere, ridere, viaggiare. Sogni nel cassetto: scrivere il romanzo del secolo e stabilirsi in un cottage in Scozia, vista Oceano.