Studenti Armati nelle Università in Georgia: approvato provvedimento

Il governatore della Georgia ha firmato un provvedimento che permetterà, dal 1° luglio 2017, di far entrare le armi nelle Università pubbliche dello stato.

Nelle università pubbliche della Georgia gli studenti potranno avere le armi. Il governatore Deal ha firmato il provvedimento che permette l’ingresso di pistole e altri oggetti pericolosi purché non siano visibili.

Nathan Deal, governatore della Georgia, ha firmato quello che potrebbe diventare un provvedimento troppo permissivo e alquanto sorprendente. Questa legge è stata poco voluta proprio da coloro che lavorano all’interno degli atenei stessi ma che, a quanto pare, non sono riusciti nel loro intento, ovvero quello di non farla mettere in atto.

Studenti armati in Università: proteste contro il provvedimento

I leader delle Università, infatti, hanno agito con molteplici proteste contro un provvedimento ritenuto scellerato visto il problema che esiste già in America in merito alla questione armi possedute. Queste fanno parte della vita quotidiana delle persone e molto spesso non sono usate nella maniera più opportuna.

Sequestro di Armi al Porto di Trieste

La legge a cui il governatore della Georgia ha posto il suo autografo dice che sarà permesso l’ingresso all’interno del campus di pistole, fucili o altre armi da fuoco purché queste siano tenute ben nascoste alla vista. Questa legge che sa tanto di “autogoal” entrerà in vigore il 1° luglio di questo anno, il 2017, e potrà diventare, perlomeno per quanto riguarda lo stato georgiano, un precedente pericolosissimo che potrà portare a conseguenze molto gravi.