Si intitola “Dove tutto è a metà” il nuovo singolo dei Tiromancino, il gruppo musicale romano che ha come frontman Federico Zampagliene. Il brano, in rotazione radiofonica a partire dal 31 marzo, è un nuovo inedito composto per accompagnare l’uscita dell’omonimo romanzo, scritto dallo stesso leader della band assieme a Giacomo Gensini.

La canzone, prodotta da Luca Chiaravalli ed Emiliano Bassi, è stata composta a quattro mani con Alberto Gambelli, racconta la storia del romanzo, disponibile in tutte le librerie a partire dal 4 aprile. “Tutto è nato una sera a cena in un ristorante di Testaccio – racconta Federico Zampagliene – volevamo scrivere insieme un altro film. Poi ci siamo guardati e quasi all’ unisono ci siamo detti ‘Ma un libro?!’. Da quel momento infiniti pomeriggi passati a scrivere, cancellare, inventare, ricordare, litigare, trovare soluzioni, esaltarci e riempirci di dubbi. Ma fondamentalmente divertirci come due ragazzini che giocano con la creta, plasmando personaggi di fantasia ispirati a volti che conosci. Una storia dove amicizia, amore, passione, paura, ambizione e insicurezza si intrecciano.. Dove i personaggi cercano, come equilibristi, di rimanere in bilico tra le loro fragilità e i loro punti di forza. Innamorati di un sogno che rischia di svanire con le prime luci dell’alba”.

Dove tutto è a metà | Testo

Riprendermi i giorni miei
e quello che ora devo fare
entri e te ne vai
sento il cuore naufragare
volevo solo te
non è rimasto niente…
e allora vai.

Prendi i vestiti che vuoi
e quelle foto di noi
spostale solo un po’
non riesco più a guardarle
no.

Vai
non negarti
questo tempo
io raccolgo i pezzi
e sento che ora tu respiri già
in un’altra vita
in un’altra realtà
sento nel vedermi solo qua
dove tutto è a metà
dove tutto è a metà
dove tutto è a metà.

Chiunque incontrerò
io cercherò sempre un po’ di te
segui i pensieri che fai
dove andrai già lo sai
spostati solo un po’
non riesco più a guardarti
no.

Vai
non negarti
questo tempo
io raccolgo i pezzi
e sento che ora tu respiri già
in un’altra vita
in un’altra realtà
stento nel vedermi solo qua
dove tutto è a metà.

Noi
che percorrevamo il mondo
siamo giunti a un bivio
e se prendi un’altra strada, un’altra via
io non credo che sia solo colpa mia
stento nel vedermi solo qua
dove tutto è a metà
dove tutto è a metà
dove tutto è a metà
dove tutto è a metà
dove tutto è a metà