Accadde oggi 24 febbraio: nascita di Steve Jobs

Ad aprile l’apertura dell’Apple Park da lui ideato

Accadde oggi 24 febbraio: nascita di Steve Jobs

Dedichiamo l’Accadde oggi del 24 febbraio alla nascita di Steve Jobs e un “Accadrà domani”, all’Apple Park che aprirà ad aprile.

Nell’anno 2013 uscì il film biografico su Steve Jobs, che racconta come l’inventore fondò la Apple, dal primo Mac del 1971, fino all’Ipod del 2000. Se fosse ancora in vita, oggi compirebbe 62 anni ed è forse un dovere festeggiarlo anche senza la sua presenza, del resto, il mondo della tecnologia deve molto al fondatore della mela morsicata. Oltre che ammirarlo per la sua carriera, Jobs andrebbe prima di tutto preso come esempio per le sue scelte di vita: poco dopo essersi iscritto all’Università , decise di seguire soltanto i corsi che lo interessavano e per risparmiare, lasciò il dormitorio facendosi ospitare da amici, per racimolare qualche soldo, raccoglieva bottiglie di Coca-Cola in cambio di qualche centesimo e faceva Km la domenica, per raggiungere posti in cui si mangiasse gratis. Dallo stage- così lo chiamiamo comunemente- per Atari (produttore di videogame), si mise in proprio con l’amico Wozniak e fondarono la Apple Computer; l’icona dell’high-tech, venne fondata su una base di passione, sacrifici e beni venduti.

STEVE JOBS: LE SUE FORTUNATE IDEE

Il primo step fu l’Apple I, un circuito elettronico senza “scocca”, che poteva essere posizionato a piacimento; nel ’79 ci fu il passaggio dall’acquirente esperto a quello che non sapeva che cosa stava acquistando. Nel 1984 il computer, si perfezionava in più aspetti aggiungendo il mouse accanto alla tastiera e insieme alla perfezione, arrivò la lotta con i computer di altri marche. L’anno seguente avvenne quella che considerò una grande fortuna, venne licenziato (dalla sua stessa azienda!), ma negli anni ’90, dopo una serie di scelte sbagliate da parte sua e dalla Apple, il destino giocò a favore di entrambi facendoli incontrare nuovamente. Da tutti definito egocentrico e pignolo, saranno proprio i suoi “difetti” a farlo essere sempre il primo: nel 2001 presentò l’Ipod e due anni dopo, Itunes, il negozio virtuale dove acquistare musica.

STEVE JOBS E L’INVENZIONE DELL’IPHONE

Nel 2004, arrivò non un’invenzione bensì una scoperta, un tumore al pancreas che curò con un’operazione. Nel 2007, presentò il primo Iphone: chiamatelo tutto ma non telefono! Furono 500mila i prodotti venduti il giorno stesso in cui venne lanciato, non possiamo quindi meravigliarci delle file chilometriche quando esce il modello nuovo. Oltre alla creatività e alla genialità, anche la malattia decise di non lasciarlo e mantenne la promessa finché non rimase solo che lei: Steve Jobs, morì il 5 Ottobre 2011.

STEVE JOBS E L’APPLE PARK

Prima di andarsene, l’inventore progettò “L’astronave”, un campus di 708mila metri quadrati di Apple a Cupertino, che conterrà 12000 impiegati che si trasferiranno ad Aprile: continueranno invece d’estate i lavori per il parco e gli edifici affianco alla struttura. L’auditorium dell’Apple Park, verrò dedicato al suo fondatore e prenderà il nome di “Steve Jobs Theater” e sarà inaugurato nel corso dell’anno. L’edificio, inoltre, sarà uno dei primi ad essere realizzato a maggiore efficienza energetica al mondo e sarà completamente alimentato da energia rinnovabile.

"Non ho particolari talenti, sono soltanto appassionatamente curioso" (Albert Einstein). Ha studiato Festival Manager presso la Giffoni Academy. Appassionata di libri, cinema, arte e musica. Sognatrice ma realista, scrive per la sua sete di curiosità.