Arrestato Cuccureddu: l’ex Juventus ai domiciliari per Turbativa d’Asta

Antonello Cuccureddu è finito agli arresti domiciliari per falso ideologico e induzione indubita a promettere utilità. Insieme all'ex giocatore della Juventus sono stati denunciati due politici del comune di Alghero.

Questa mattina le forze dell’ordine hanno arrestato Cuccureddu e altri suoi “compagni”, finiti ai domiciliari. L’accusa fatta all’ex giocatore della Juventus è di turbativa d’asta oltre che di falso ideologico. Il tutto è in relazione ad un campo da calcio e una pista di atletica che sarebbero stati assegnati al centro sportivo di Alghero.

Poche ore fa è finito in manette un ex calciatore della Vecchia Signora, ovvero Antonello Cuccureddu per via di alcune soluzioni non legali che lui e altri personaggi della politica sarda hanno attuato. Le accuse rivolte all’ex difensore sono pesanti e parlano di turbativa d’asta, di falso ideologico e di induzione indebita finalizzata a dare o promettere utilità. Queste disposizioni, “autografate” dal Giudice per le indagini preliminari, facevano riferimento all’assegnazione di due impianti sportivi. Si tratterebbe di un campo da calcio e di una pista di atletica che sarebbero dovute finire nelle “mani” del centro sportivo della città. Il tutto, però, è considerato illegale e, di conseguenza, ha portato agli arresti domiciliari i tre uomini.

Turbativa d’Asta: tre arresti ad Alghero

Oltre all’ex giocatore della Juventus sono stati denunciati di illecito e sono stati portati agli arresti domiciliari anche Antonello Usai, l’attuale vicesindaco di Alghero, e Ginasalvo Mulas che occupa la posizione di dirigente del settore Sport del Comune sardo. A far confezionare questo quadretto di “malviventi” è stato il gip di Sassari che ha firmato i provvedimenti sulla base della richiesta che era stata fatta dalla Procura locale.