Disastro Ambientale Cagliari: Arrestati Vertici Fluorsid

La società di proprietà di Tommaso Giulini, presidente del Cagliari, è sotto accusa per disastro ambientale e associazione a delinquere. La Forestale ha effettuato 7 arresti.

La polizia sta indagando per un probabile disastro ambientale e associazione a delinquere che riguarderebbe la società di Giuliani, l’attuale presidente del Cagliari. Sono stati effettuati 7 arresti, di cui 5 in carcere e due ai domiciliari.

Sette arresti alla Fluorsid: le indagini

Lo scandalo è di quelli pesanti e potrebbe compromettere la società di proprietà di Tommaso Giulini, presidente del Cagliari Calcio poiché le Forze dell’Ordine parlano di un’accusa pesante in merito alla Fluorsid, società a responsabilità limitata che lavora nella zona di Macchiareddu, in Sardegna. Proprio questa mattina, infatti, il nucleo investigativo provinciale del capoluogo sardo relativo alla polizia forestale ha messo in atto un’operazione che ha come obbiettivo la società di proprietà di Giulini. La colpa è di disastro ambientale oltre che di associazione a delinquere.

Gli investigatori hanno effettuato 7 arresti di cui 5 sono in carcere e 2 ai domiciliari. In questo scandalo non sarebbe coinvolto Giulini ma i vertici dell’azienda e quelli di altre società esterne. Coloro che sono finiti in cella sono il direttore dello stabilimento Fluorsid ovvero Michele Lavagna, il direttore del settore sicurezza ambiente Sandro Cossu, l’ingegnere Alessio Farci, Armando Bollani, Sandro Nonnis e Marcello Pitzalis che erano, rispettivamente, proprietario di una ditta di appalti e due dipendenti. Ai domiciliari, invece, ci sono Giancarlo Lecis e Fabrizio Caschili che è il direttore commerciale della società che avrebbe detto di non aver ricevuto nessuna notifica.