Attentati Bruxelles, Tajani: “Alzato livello di sicurezza”

Attentati Bruxelles, Tajani:

Ore, minuti, attimi di tensione a Bruxelles, città letteralmente sotto attacco a partire dalle 7 di questa mattina, quando alcuni componenti dell’ISIS ha provocato ben tre esplosioni, che hanno colpito principalmente l’aeroporto e la metro della capitale belga.

A margine di quanto successo nel corso della mattinata, è intervenuto telefonicamente ai microfoni di Sky il Vicepresidente vicario del Parlamento Europeo, nonché responsabile della sicurezza dello stesso Parlamento, Antonio Tajani, testimone diretto della strage odierna: “La sala operativa si è immediatamente mobilizzata, alzando il livello di sicurezza e tenendosi in stretto contatto con gli organi di Stato. Sono fermi tutti i mezzi di trasporto pubblici, pullman, treni internazionali, la stazione di Anversa e ovviamente sono stati rinviati tutti i voli e bloccati quelli in partenza. Il Parlamento, in ogni caso, rimarrà aperto, perché dobbiamo piegarci al terrorismo, non dobbiamo permettere a questa gente di bloccare le istituzioni e di metterci in ginocchia”.

Il rappresentante di Forza Italia ha poi messo in guardia i cittadini italiani, e non solo, presenti in questo momento a Bruxelles: “Vi raccomandiamo di rimanere chiusi in casa, così come siamo bloccati noi in Parlamento, nella speranza che questo clima di tensione si spenga al più presto. Voglio dire ai cittadini italiani che hanno parenti qui a Bruxelles che è quasi impossibile mettersi in contatto con i cellulari, perché il campo è quasi inesistente. Usate i telefoni fissi, ma non è facile mettersi in contatto attualmente, quindi bisogna avere pazienza e aspettare”.

Infine, un appello a tutti gli abitanti della capitale belga: “Non dobbiamo avere paura, non dobbiamo cambiare le nostre abitudini di vita, perché bisogna reagire e non avere paura. Stiamo facendo il possibile per salvaguardare il Parlamento e la vita di tutti i cittadini”.