Attentato Thailandia, Autobomba esplode in Centro Commerciale

Attentato in un centro commerciale della Thailandia: esplode un'autobomba, oltre 50 i feriti

Un’autobomba è esplosa in un centro commerciale di Pattani in Thailandia. Il bilancio è di oltre 50 feriti, l’ipotesi è di un nuovo attentato terroristico di matrice islamica in quanto da oltre un decennio le cittadine thailandesi di Pattani, Yala e Narathiwat sono a maggioranza islamica e ancor più motivato dalla respinta, da parte del governo, della proposta di un negoziato di pace avanzata dal Barisan Revolusi Nasional.

Attentato in Thailandia: oltre 50 i feriti

La città di Pattani, a sud della Thailandia, è stata vittima di un attentato: un’autobomba è esplosa in un centro commerciale provocando un gran numero di feriti, oltre cinquanta, ancora provvisorio. Diverse sono inoltre le auto distrutte e che hanno preso fuoco a seguito dell’esplosione. Non vi sono ancora notizie sulla presenza di persone morte a seguito dell’attacco, è invece stata smentita dal portavoce dell’esercito Pramote Prom-in la prima ricostruzione dell’accaduto da parte dei media locali secondo la quale a provocare l’esplosione siano state due bombe.

Gli attentatori avrebbero fatto esplodere dapprima una serie di petardi (questi fungevano da diversivo) e successivamente l’auto che, contenente un ordigno esplosivo, era posteggiata nel parcheggio del “Big C”, il centro commerciale di Pattani. Non vi è ancora alcuna prova in merito alla natura terroristica dell’attentato, tuttavia non è da escludere che tale attacco sia stato per mano dei separatisti musulmani.