Bebe Vio Minacciata su Facebook di Violenze Sessuali: Codacons denuncia

Bebe Vio, alias Beatrice: chi è, wiki e biografia

Episodio triste quello che ha visto coinvolta Bebe Vio, l’ormai famosa atleta paralimpica italiana, minacciata su Facebook di violenze sessuali tramite una pagina creata appositamente. Il Codacons denuncia il social network, ma la vicenda non si chiuderà qui.

Bebe Vio, grazie al suo carattere ed alle recenti vittorie in campo olimpico si è presto guadagnata una certa fama in tutta Italia. Il suo volto, che porta i segni della meningite (contratta a soli 11 e causa di una vastissima infezione in tutto il suo corpo), è ormai familiare per il pubblico nostrano e la sua presenza sul piccolo schermo sta divenendo sempre più frequente. Ma successo e fama, purtroppo, non sempre portano vantaggi. È infatti notizia di poco fa la scoperta su Facebook di una pagina dedicata all’atleta disabile classe ’97 che inneggiava a praticarle violenza sessuale. La pagina è stata immediatamente rimossa ed il Codacons ha subito denunciato il noto social network all’autorità giudiziaria. Ma non solo, sempre lo stesso ente si sarebbe infatti rivolto alle Procure della Repubblica di Roma e Venezia, alla polizia postale e all’Autorità per le comunicazioni al fine di punire i responsabili di tutto questo.

Immediata anche la solidarietà da parte di Luca Pancalli, presidente del Comitato Italiano Paralimpico: “Inaccettabile che la rete venga utilizzata per disseminare odio e violenza e per alimentare questa barbarie. Voglio esprimere a Bebe la mia vicinanza e quella del Comitato Italiano Paralimpico”.

Nata l'11 dicembre 1990 a Catania e laureata in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi della città etnea. Ho iniziato a scrivere un po' per gioco nel 2012. La mia materia prima è il calcio, occhio però... più che i tacchetti preferisco indossare il tacco 12! Adoro la musica e mi diletto ad armeggiare tra i fornelli. Il mio piatto forte? Chiedetelo ai "miei" assaggiatori...