Brebemi, Prezzi e Tariffe del Pedaggio Scontate a Febbraio

Brebemi, Prezzi e Tariffe del Pedaggio Scontate a Febbraio 1

Il tratto d’autostrada più caro e meno utilizzato d’Europa: la Brebemi. Doveva essere un percorso rivoluzionario, in grado di diminuire il traffico della Milano-Venezia, fungendo anche da valvola di sfogo per i mezzi in uscita dal capoluogo lombardo. Un’autostrada moderna capace di servire ancora meglio il produttivo Nord-Est, agevolando gli spostamenti dal Triveneto alla Bassa e, quindi, al resto d’Italia. Ma qualcosa è andato evidentemente storto.

Sin dal giorno dell’inaugurazione si è avuto il sospetto che non fossero tutte rose e fiori. Sospetti che con il passar del tempo sono diventate certezze. La Brebemi è in perdita e le previsioni degli esperti sui veicoli in transito (o meglio, che avrebbero dovuto transitarvi) sono state ampiamente smentite.

La Brebemi è l’autostrada più cara d’Europa. Tralasciamo il calcolo chilometrico, già l’hanno fatto in tanti, perché è sufficiente percorrerla almeno una volta per rendersi conto dei costi spropositati. Non a caso, non la prende nessuno. Sono pochi i temerari che “sfidano” l’elevato costo del pedaggio, decidendo di percorrerla. Doveva spostare auto e mezzi pesanti dalla trafficatissima A4 Torino-Venezia, che invece continua ad essere uno dei tratti più ingolfati dell’intera rete autostradale italiana. Percorrerla dà un senso di desolazione accompagnato dalla percezione dello spreco.

Sabato scorso (metà gennaio 2017) abbiamo deciso di percorrere la Brebemi per raggiungere la città di Brescia da Milano. Trovandoci nell’hinterland a sud del capoluogo lombardo (nei pressi di Melegnano), la Brebemi era sicuramente la soluzione migliore per arrivare a Brescia, evitando il traffico di una delle tangenziali (la Est), ma soprattutto evitando il tratto di A4 compreso tra Milano e Venezia.

Che, nonostante la Brebemi, continua ad essere la strada maestra per raggiungere il Nord Est d’Italia, ma anche il Trentino, il Friuli, la frontiera con l’Austria, ma anche con la Slovenia. Abbiamo imboccato l’A58 a Vizzolo Predabissi che ci ha condotto all’imbocco dell’A35, la Brebemi appunto. Per la verità, siamo arrivati a Brescia in un attimo, ma quando ci si è presentato il conto salato del casello siamo rimasti senza parole. 13.50 euro per circa 40 minuti di viaggio. A voi ogni commento…

La società che gestisce la Brebemi si sarà fatta due conti e, vedendo il “deserto” sul proprio percorso, ha deciso di adottare una politica di sconti nel mese di febbraio. L’annuncio è stato comunicato sia sul sito web ufficiale dell’A35 che sui cartelloni luminosi presenti lungo il tragitto della nuova autostrada. Sarà sufficiente abbassare leggermente i prezzi, per altro per un periodo limitato, per incentivare automobilisti e camionisti ad utilizzare la Brebemi?