Bufale 2017, da Adriano Celentano morto a WhatsApp a pagamento le prime notizie false

Canone Rai più Iva sulla Bolletta: ma è una Bufala

Tra grandi classici e new entry, ecco le prime bufale circolate nel web con l’inizio dell’anno

Le notizie sui social network circolano veloci, ma spesso non vengono confermate dalle varie Agenzie di Stampa. Ne sa qualcosa Adriano Celentano, protagonista della prima bufala del 2017.

Secondo alcuni post apparsi negli scorsi giorni su Facebook e Twitter, il molleggiato era rimasto vittima di un incidente stradale. Notizia subito smentita dalla famiglia, a pochi giorni dal suo 79esimo compleanno, previsto per domani 6 gennaio. Altro fake la notizia di Enrico Mentana che, trovato positivo all’alcool test durante un controllo della polizia stradale, aveva subito il ritiro della patente. Peccato che il giornalista, direttore del TgLa7, la patente non l’ha mai avuta.

Conclude questo inizio del 2017, una delle bufale evergreen: Whatsapp a pagamento. Un’indiscrezione che puntualmente compare con un messaggino-catena tra le nostre conversazioni, ma che si rivela sempre essere falsa, mettendo invano in allarme gli utenti sparsi per il mondo. Lo staff dell’applicazione messaggistica, ha nuovamente negato la possibilità di una richiesta di un contributo economico annuale ai propri iscritti, confermando che il servizio continuerà ad essere totalmente gratuito. Quindi: occhio alle bufale!

Condividi
Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica e spettatore interessato di tutto ciò che è intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.