Chi è Paolo Scudieri? Boss della Adler Plastic

Chi è Paolo Scudieri? Boss della Adler Plastic

Lunedì 08 gennaio 2016 è stata trasmessa su Rai 2 l’ottava e ultima puntata della terza edizione di “Boss In Incognito”. Protagonista è stato Paolo Scudieri amministratore delegato della Adler Plastic. Chi è questo boss che ha partecipato al reality la cui replica è visibile sul portale Rai.tv? Ecco alcune informazioni sul nuovo boss.

CHI E’ PAOLO SCUDIERI? AMMINISTRATORE DELEGATO DELLA ADLER PLASTIC

Durante l’ottava e ultima puntata di “Boss In Incognito” protagonista è stato Paolo Scudieri, amministratore delegato della Adler Plastic Spa. Questa società, con sede ad Ottaviano in provincia di Napoli, sviluppa e produce soluzioni per l’industria del trasposto, con particolare specializzazione nel comparto automotive. Ad oggi Adler conta 58 stabilimenti in 19 Paesi, 7 siti di ricerca e Sviluppo per un fatturato annuo di 1 miliardo di euro.

Paolo Scudieri è laureato in ingegneria industriale e nel 1982 ha iniziato a lavorare presso l’azienda di famiglia fondata dal padre Achille. Una volta effettuato il suo ingresso in azienda Scudieri intuì che i poliuretani espansi potevano trovare applicazioni anche in altri settori ed inizio’ a presentare la Adler Plastic a varie case automobilistiche tra cui l’ Alfa Romeo. Nonostante alcune difficoltà iniziali, da quel momento ha avuto inizio l’evoluzione delle applicazioni dei sistemi insonorizzanti e fu brevettato da Paolo Scudieri il sistema Fonocel che dimezzava i pesi dei componenti insonorizzanti a bordo delle vetture.

Le intuizioni di Scudieri hanno consentito alla Adler Plastic, nel 2003, di raggiungere un fatturato di 38 milioni di euro e 57 dipendenti, e di acquisire gli impianti europei dedicati all’insonorizzazione del gruppo americano Lear Corporation.

Oltre al ruolo di amministratore delegato della Adler Plastic, Scudieri è anche consigliere diplomatico della Repubblica di Polonia, amministratore della Banca Popolare Vesuviana e vice presidente dell’Unione Industriali di Napoli.

Condividi