David di Donatello 2017: I vincitori

La pazza gioia di Paolo Virzì conquista il premio Miglior Film

David di Donatello, Candidature 2017: tutte le Nomination 1

Si è conclusa la 61esima edizione dei David di Donatello svoltasi negli Studios di Via Tiburtina a Roma. Iniziamo a vedere nel dettaglio i vincitori di questa competizione.

I vincitori tra i favoriti

La pazza Gioia di Paolo Virzì aveva 17 candidature su 21. A casa il film ha portato 5 premi, vincendo anche il più ambito quale Miglior Film. Continua per il miglior film La pazza gioia la lista delle statuette conquistate: Miglior Scenografo a Tonino Zera, Migliore Acconciatore a Daniela Tartari e Miglior Regista a Paolo Virzì. Valeria Bruni Tedeschi, che correva per la stessa statuetta insieme alla sua collega Micaela Ramazzotti, anche ella protagonista del film di Virzì, si è aggiudicata il premio Migliore Attrice Protagonista.

Invisibili di Edoardo De Angelis, anche uno dei favoriti con 17 nominations ha vinto ben 6 premi: Miglior Canzone Originale con Abbi Pietà di Noi di Enzo Avitabile, a seguire sempre allo stesso Migliore Musicista, Miglior costumista a Massimo Cantini Parrini e Migliore Sceneggiatura Originale per Nicola Guaglione, Barbara Petronio ed al regista, nonché autore, Edoardo De Angelis. Invisibili ha vinto anche il premio Miglior Attrice Non Protagonista assegnato ad Antonia Truppo. Per finire il film ha vinto anche il premio Miglior Produttore ad Attilio De Razza e Pierpaolo Verga.

Veloce come il vento presentatosi ai David con 16 candidature, si è aggiudicato la statuetta nelle seguenti categorie: Migliore Autore della Fotografia a Michele D’Attanasio, Migliori Effetti Digitali ad Artea Film & Rain Rebel Alliance International Network, Miglior Montatore a Gianni Vezzosi e Miglior Suono ad Angelo Bonanni, Diego De Santis, Mirko Perri e Michele Mazzucco. Inoltre Migliore Truccatore a Luca Mazzoccoli. Stafano Accorsi, protagonista della pellicola ha vinto il premio Miglior Attore Protagonista.

Altri film

 Marco Danieli ha vinto il premio come Migliore Regista Esordiente per La Ragazza del Mondo. Migliore Documentario è stato assegnato a Crazy for Football di Volgango De Blasi. Ad aggiudicarsi la statuetta del David per il Migliore Cortometraggio è stato Mario Piredda con A Casa Mia.

Inoltre ancora: Premio Migliore Sceneggiatura Adattata a Gianfranco Cabiddu, Ugo Chiti e Salvatore De Mola per La Stoffa Dei Sogni. In Guerra per Amore di Pierfrancesco Diliberto vince Premio David Giovani.

Valerio Mastrandrea ha vinto il David per Miglior Attore Non Protagonista in Fiore di Claudio Giovannesi.

Nelle categorie straniere

Il Miglior Film dell’Unione Europea è andata all’acclamato Io Daniel Blake di Ken Loach. Invece per quanto riguarda il Miglior Film Straniero il premio è stato vinto dallo stilista Tom Ford alla sua seconda prova da regista con Animali Notturni.

All’evento, condotto da Alessandro Cattelan, hanno partecipato tantissimi artisti tra attori, regista, musicisti ed altri. Molti sono stati anche invitati a presenziare sul palco, tra i quali Manuel Agnelli, al quale è stato affidato l’intermezzo musicale della serata.

Condividi
Laureata in Filosofia, sta per concludere la sua seconda laurea magistrale in Studi teatrali e del cinema alla Ludwig-Maximilians-Universität, di Monaco di Baviera. Originaria di Roma, ha vissuto a Berlino, Monaco e Parigi, dove ha studiato all’università Sorbonne. Appassionata di cinema, teatro, spettacolo e storia dell'arte. Nella scrittura unisce la riflessione teorica appresa dalla filosofia e l'amore per le arti.