Fake News, Alessandra Moretti a Otto e Mezzo contro la Raggi: ira del M5S

Dici fake news e pensi ai siti di bufale online: eppure stavolta a cadere nella trappola è Alessandra Moretti, consigliera regionale PD del Veneto che, durante la trasmissione Otto e Mezzo, scivola senza appello su una delle tante bufale. La Moretti attacca duramente la Raggi (prima ancora che la Appendino) solo che l’episodio citato non è mai accaduto. “È morto un bambino du due anni perché è stato morso da un topo”, questa la “bufala” che scatena le ire del Movimento 5 Stelle.

“Sia su Torino, sia soprattutto su Roma il fallimento di questa amministrazione è plastico. Per esempio, siamo a Roma in emergenza sanitaria. Ci sono ratti ovunque. E’ morto un bambino di due anni perché è stato morso da un topo”, questa la dichiarazione, sconcertante, che sta provocando una moltitudine di polemiche online. La verità, però, è un’altra: per quanto grave sia l’episodio, il bambino ha 3 anni e mezzo ed è si stato morso da un ratto ma non è affatto morto.

La critica alla Raggi però continua impietosa e senza sosta. Per Alessandra Moretti la Sindaca a 5 Stelle disporrebbe di uno staff di 20 persone dal costo di 100 mila euro. In realtà il costo sarebbe ben più elevato, come ammesso proprio dalla Raggi, ma ben al di sotto dei costi legati allo staff di Alemanno e Marino.

Dopo le polemiche la Moretti attacca duramente su Facebook, pubblicando uno screenshot dei commenti di presunti attivisti del movimento.