Festival di Berlino: Orso d’oro alla carriera a Milena Canonero

Festival di Berlino: Orso d'oro alla carriera a Milena Canonero

Dopo la Laurea Honoris Causa assegnata dall’Accademia Belle Arti di Torino ai nostri Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo, scenografi conosciuti oltreoceano e ben tre volte Premio Oscar, arriva un’altra sorpresa per un’altra icona italiana del cinema internazionale: la costumista Milena Canonero. È stato infatti  annunciato durante la conferenza stampa dedicata al Festival di Berlino 2017, che si terrà dal 9 al 19 febbraio nella capitale tedesca, che le verrà assegnato l’Orso d’oro alla carriera.

Nata a Torino, Milena Canonero ha studiato storia e arte del costume prima a Genova poi a Londra, lavorando sia in teatro che nel cinema. Il primo titolo importante della sua filmografia è sicuramente Arancia meccanica di Stanley Kubrick, per il quale qualche anno dopo vincerà l’Oscar per i migliori costumi con Barry Lyndon, il kolossal con Ryan O’Neal e Marisa Berenson. Nel corso della sua carriera, colleziona ben dieci candidature agli Oscar e quatto vittorie: il già citato Barry LyndonMomenti di gloria di Hugh Hudson, Marie Antoinette di Sofia Coppola (con il padre della quale aveva già collaborato) e in tempi più recenti Grand Budapest Hotel di Wes Anderson. A questi si aggiungono altri premi vinti. Nel corso della sua carriera, ha collaborato con registi come Malle, Parker, Pollack, Polanski e De Oliveira.

Condividi
Laureato in DAMS all'Università degli Studi di Torino e diplomato in Filmmaking presso la Scuola Holden, ha frequentato diversi workshop di sceneggiatura e critica cinematografica, formando la sua esperienza anche presso alcuni Festival cinematografici (Torino, Bobbio e Venezia). Già redattore presso "Darkside Cinema" e "L'Atalante", è autore di racconti, soggetti e sceneggiature, nonché regista di un cortometraggio, "Interno familiare". Nel 2016, un suo soggetto per lungometraggio è stato tra i finalisti al Pitch in The Day- Concorso Opere prime.