Filippine, Presidente Duterte: “Abbassare a 9 anni la responsabilità penale”

Filippine, Presidente Duterte:

Una proposta del presidente delle Filippine Duterte fa gridare allo scandalo: abbassare a nove anni il limite di età della responsabilità penale e dell’ingresso in carcere minorile. E’ questa l’idea del presidente Rodrigo Duterte, ritenuto da Forbes come uno dei presidenti più potenti al mondo.

La proposta di abbassare a nove anni il limite di età per entrare nelle carceri minorili sarebbe una mossa per continuare la ferrea lotta al narcotraffico. Rodrigo Duterte, da quando è salito al potere ha imposto un pugno di ferreo per combattere la malavita, creando, però, morte e grande paura da parte della popolazione: ha reintrodotto la pena di morte, creato gli squadroni della morte e minaccia di uscire dalle Nazioni Unite.

E’ arrivata puntuale anche la risposta da parte delle Nazioni Unite che definiscono l’idea di Duterte completamente sbagliata. Al momento il limite di età per la responsabilità penale nelle Filippine è 15 anni e nelle carceri sono detenuti oltre 52 mila bambini. Abbassare il limite di età, come spiegano gli umanitari, soprattutto Lotta Sylwander dell’Unicef al Guardian sarebbe un grosso sbaglio: “Il provvedimento è contrario a ogni diritto umano, inoltre mette a contatto i minori in carcere con i criminali”. Chiaramente, un bambino di nove anni non può capire la valenza di un crimine commesso se obbligato o addirittura plagiato nel commettere omicidi o azioni legate al commercio di droga.