G7 a Taormina: Programma, Argomenti e Curiosità

Il programma eventi del G7 del 26 e 27 maggio, con qualche modifica dopo Manchester

Fra la degustazione di granite e buon cibo, nella pittoresca cornice siciliana di Taormina la fitta agenda eventi dei “Grandi d’Occidente” e delle First Ladies in programma nei giorni del G7 subisce modifiche a seguito dell’attentato a Manchester. I dettagli di seguito.

Il summit che quest’anno avrà sede a Taormina vedrà la discussione di varie tematiche pressanti. Fra queste la questione migranti e il terrorismo fra tutti. Proprio per quanto accaduto in queste ultime ore, la presidenza italiana sta provvedendo a contattare gli altri sei Paesi che parteciperanno il 26 e 27 maggio; si deciderà insieme in che modo debba esser affrontata questa nuova pagina di tragica attualità.

 Non si vedranno eclissati dunque gli altri temi all’ordine del giorno, già previsti; che l’agenda cambierà è però ormai cosa certa. Questo soprattutto se si tiene conto che cinque su sette Paesi presenti hanno subito gravi attentati. Saranno infatti presenti, oltre al presidente del Consiglio italiano e al capo del governo giapponese, il presidente francese Emmanuel Macron, la cancelliera Angela Merkel, la premier inglese Theresa May; non mancheranno il presidente americano Donald Trump e  il primo ministro canadese Justin Trudeau.

Il programma culturale per i “first” del G7

Mentre i “carismatici” della presidenza europea e non saranno impegnati a discutere di temi delicati first Ladies e… Husbands apriranno la prima giornata del programma, il 26 maggio, con un giro in elicottero sull’Etna. Questo, e altri dettagli del programma salvo modifiche a seguito dell’attentato a Manchester, ovvio. Ospiti di Manuela Gentiloni, moglie del premier italiano, saranno le first lady degli Usa Melania Trump, del Canada Sophie Gregoire Trudeau, del Giappone Akie Abe e la première dame della Francia Brigitte Trogneux.

Un sollievo indubbio per il marito della cancelliera tedesca Angela Merkel Joachim Sauer, finalmente non più solo come unico “first husband”, che godrà della compagnia di Philip May, marito della premier britannica. La giornata proseguirà poi a Catania per visitare il Municipio, ospiti del sindaco Enzo Bianco, che omaggerà la compagnia presidenziale con un pranzo nel salone Vincenzo Bellini.

Incluso nel “tour” una visita al Teatro Greco e un’escursione guidata nell’ex monastero dei benedettini. Alle 19 si rientrerà a Taormina, per assistere al Teatro Antico al concerto della Filarmonica della Scala di Milano; il tutto sarà seguito dalla cena offerta dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Dove? Ovviamente in un adiacente hotel storico con affaccio suggestivo sul mare. Non mancherà una visita a Palazzo Corvaja per ammirare l’ “Ecce Homo” del Caravaggio e la mostra “Capolavori siciliani di Antonello da Messina“.

In programma per la seconda giornata la passeggiata, tipicamente all’italiana in Villa Comunale, che vedrà la degustazione di spremute e granite tipiche dell’isola. Proseguirà con un’altra per il corso Umberto, per poi arrivare nel ristorante con vista sullo splendido Golfo di Taormina per il pranzo offerto da Manuela Gentiloni. La visita si concluderà entro le 14 salvo modifiche.

Curiosità sul G7 a Taormina

Una vittoria, per la Sicilia riuscire ad ottenere da Palazzo Bianco, a Genova l’Ecce Homo di Caravaggio; sull’opera in questione negli anni le polemiche non sono mancate. Emanuele Barbagallo, infatti, Assessore regionale al Turismo ha commentato la riuscita di questa momentanea acquisizione asserendo che “non è stato facile riportare questo Caravaggio in Sicilia dopo quasi quattrocento anni“. In realtà, molti studiosi datano l’opera alle fasi estreme del soggiorno romano; il fatto che sia stato realizzato – o, quanto meno successivamente finito – in Sicilia costituisce quindi unicamente un’ipotesi.

E’ arrivata ieri, 23 maggio a Taormina la Tavola Lucana; si tratta di dipinto attribuito non senza svariati dubbi e approfonditi riscontri scientifici a Leonardo da Vinci, per poter essere ammirata dalle delegazioni internazionali presenti al G7. L’opera sarà collocata nella Chiesa del Carmine, visibile al pubblico dal 28 maggio al 4 giugno 2017. Presunto autoritratto di Leonardo, mostra un viso dell’artista molto diverso da quello che appare nell’ Autoritratto conservato nella Biblioteca Reale di Torino; ancora oggi, infatti, il reale aspetto di Leonardo rimane ancora irrisolto.

Laureata in Belle Arti, Dipartimento di Arti Visive ha scelto di fare della Decorazione Artistica, in ogni forma la sua vita. Pugliese di nascita, spezzina d’adozione ha sempre un nuovo libro con sé; ama i viaggi, la fotografia, il buon cibo e predilige i film storici. Freelance Editor per Newsly.it e NailsArt.it scrive per dare voce alle idee, per lasciare che si concretizzino e possano dare nuova forma e sostanza al mondo che la circonda.