GAE, TFA e PAS nelle Graduatorie ad Esaurimento

Comincia la Scuola, le 5 Frasi tipo degli Insegnanti

Il Tar del Lazio riaccende le speranze dei precari storici della scuola pronunciandosi a favore dell’inserimento con riserva dei docenti abilitati TFA e PAS nelle graduatorie a esaurimento ormai chiuse da anni.

“E’ un risultato storico che aspettavamo da tempo – ha affermato Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, a seguito della decisione del Tar – Non abbiamo mai avuto dubbi sulla validità delle nostre tesi e sul pieno diritto dei docenti abilitati all’inserimento nelle Graduatorie a Esaurimento utili alle immissioni in ruolo. Finalmente stiamo ottenendo giustizia e rispetto per i precari abilitati della scuola pubblica”.

Ma l’odissea per i precari storici della scuola che hanno presentato il ricorso presso il Tar del Lazio per l’inserimento nelle GAE è tutt’altro che terminata. Infatti, sebbene il Tar si sia espresso in maniera positiva, siamo ancora lontani dall’epilogo della vicenda. Per avere risposte certe i ricorrenti dovranno attendere almeno fino al 6 ottobre, data che apre le udienze collegiali in cui saranno discusse le istanze collettive. Dal Miur non è arrivato ancora alcun commento ma è facile immaginare che tenteranno di arginare in tutti i modi l’ondata di ricorsi il cui esito positivo rappresenterebbe un duro colpo per i principi espressi nella “Buona scuola”.

C’è da chiedersi, qualora l’ultima parola del Tar dovesse essere favorevole, se l’accesso in GAE sarà consentito solo ai ricorrenti o sarà esteso a tutti i docenti abilitati. Quest’ultima ipotesi aprirebbe scenari a dir poco problematici, innanzitutto per gli USR già provati dal polverone del recente concorso e, in secondo luogo, per i vincitori di quest’ultimo che potrebbero essere “scavalcati” da chi magari il concorso non lo ha superato.

Leggi anche: