Giochi senza barriere 2017 a Napoli: alla Mostra d’Oltremare il 12 giugno

"Giochi senza barriere", alla mostra d'oltremare di Napoli una festa per l'integrazione

“Giochi senza barriere” si svolgerà lunedì 12 giugno dalle ore 09:00 alla mostra d’oltremare di Napoli ed è una festa di integrazione per i disabili. L’evento è giunto alla 13ª edizione e di anno in anno è diventato sempre più importante. Una festa che vuole ribadire l’integrazione dei disabili nella società moderna.

“Giochi senza barriere” è un luogo dove non esiste più la solitudine e l’emarginazione, questo è il messaggio dell’evento. Toni Nocchetti, medico dentista, è il fondatore dell’associazione “Tutti a scuola”, una onlus di solidarietà e volontariato che di anno in anno è cresciuta grazie alle donazioni volontarie e da qui Nocchetti ha creato questo evento “Giochi senza barriere” che da 13 anni sfida le difficoltà di realizzazione di questa manifestazione di solidarietà. E’ una festa di tutti e dimostra quanto sia importante la partecipazione e la condivisione per poter realizzare un evento come questo. Senza la volontà di tutti non sarebbe possibile.

Cos’è “Giochi senza barriere”?

“Giochi senza barriere” è un evento gratuito per adulti e bambini disabili dal mattino fino al tramonto e dove centinaia di volontari offrono il loro contributo di intrattenimento. Molte sono le attrattive per chi vi partecipa, dal maneggio con cavalli e carrozzine al seguito, ad un enorme spazio giochi con gonfiabili di varie misure. Inoltre laboratori per i ragazzi allestiti dal CNR, dalle Università cittadine, dalla polizia di Stato ed ancora laboratori di riciclo e una macchina per compattare la plastica. “Giochi senza barriere” è una festa ma è anche una forma di insegnamento ed educazione sociale.

L’evento propone così una prospettiva di comunità sociale tollerante e senza pregiudizi e quindi indica un cammino di costruzione di rapporti sani in famiglia, tra gli amici e in società. Un enorme successo ha travolto l’evento sin dall’inizio della sua realizzazione anni fa; tantissimi i volontari che hanno richiesto di partecipare. “Giochi senza barriere” è creato senza l’aiuto della politica e senza finanziamenti pubblici. Si basa solo sull’aiuto volontario di tutti coloro che vogliono partecipare a costruire questo evento. L’associazione “Tutti a scuola” paga solo l’utilizzo alla mostra d’oltremare dei gazebi e del palco. “Giochi senza barriere” è creato grazie solo a persone che mettono a disposizione le loro competenze e il loro tempo gratuitamente. Sono attesi quest’anno più di 25.000 mila visitatori. Anche personaggi famosi hanno offerto la loro disponibilità a sostenere l’evento e quest’anno vi parteciperanno Luca Sepe, I neri per caso, Valentina Stella, Gigi e Ross, Mario Porfito.

Sono Daniela Merola, giornalista, blogger, scrittrice e presentatrice eventi culturali, sono ufficio stampa di librincircolo.it e ricominciodailibri.it, sono socia della libreria iocisto. Sono appassionata di spettacolo, teatro e editoria, amo il calcio e il tennis. La comunicazione è la mia forza, mi piace mettermi alla prova con le presentazioni e la recitazione.