Giornata Mondiale del Libro cos’è? Origini ed Eventi

Si celebra oggi la giornata mondiale del libro: origini ed eventi dedicati ai libri

Cos’è la giornata mondiale del libro e quando ha origine? Il 23 aprile 1996 per volontà dell’UNESCO si è tenuta la prima giornata dedicata ai libri, per unire i popoli e far sì che la pace, la cultura e l’educazione, regnino tra si essi. Quando si parla di statistiche, a volte ci auguriamo che i dati rilevati siano errati (non in tutti i casi ovviamente), ma per nostra grande fortuna e soprattutto immenso piacere, possiamo affermare che negli ultimi anni la vendita di libri è aumentata; non eBook o stregonerie varie per poter informarsi, ma libri…cartacei!

È vero, non è importante in quale modalità una persona decida di acquistare l’ultima opera del proprio scrittore preferito o dell’ultimo genio della letteratura, perché l’importante è leggere, informarsi e non sentirsi indietro. Ma siete mai entrati in una libreria per fermarvi soltanto a guardare ciò che realmente accade? Il tempo sembra fermarsi, tutto scorre lentamente tra differenti e forniti scaffali che spaziano dai romanzi ai saggi, dalla letteratura alla scienza, dal romanzo rosa al giallo e così via. Poi, in mezzo ai tanti titoli, c’e l’odore buono della carta, il tatto delle copertine – perché spesso scegliamo anche da quello – e poi il rumore della matita che sottolinea la frase da ricordare; non prendeteci per pazzi o antiquati, ma con l’ebook questo non accade.

Le origini della giornata del libro

Il giorno 23 aprile tre grandi scrittori lasciavano la vita terrena e lasciavano i propri lettori con la speranza di non essere dimenticati; stiamo parlando di Shakespeare (bardo del ‘500), Cervantes (avventuriero spagnolo del Don Chisciotte) e Inca Garcilaso de la Vega (autore di testi del popolo Inca). Letteraria coincidenza che capitava per la giornata dedicata al libro istituita nei primi del ‘900 nella Catalogna; la Festa venne estesa successivamente al resto della Spagna per volere del re Alfonso XIII.

Gli eventi dedicati alla giornata mondiale del libro

È iniziata all’estero nella notte di ieri 22 aprile, per proseguire in tutta la giornata di oggi, la donazione di libri da parte di donatori e appassionati nei confronti delle persone che non leggono o non posseggono dei libri. In Italia (e non solo) invece si organizzano eventi come flash-mob e iniziative che coinvolgono autori, lettori e biblioteche. La giornata mondiale del libro, oltre che avvicinare le persone alla curiosità, all’arricchimento personale, ma soprattutto a un’ istruzione adeguata che permetta a un popolo di essere consapevole e libero, ha l’obiettivo di sviluppo economico.

La capitale Mondiale del libro 2017

Ogni anni l’UNESCO, seleziona insieme ad editori, librai e biblioteche, la capitale mondiale del libro. Quest’anno ad ottenere il titolo è La Città di Port Harcourt in Nigeria; la scelta è stata presa in merito all’attento programma dedicato ai giovani, i libri, la letteratura, la scrittura e il miglioramento del tasso di alfabetizzazione.

Dove acquistare un libro oggi?

Sul web e in varie città italiane, sono presenti offerte e iniziative dedicate ai lettori appassionati o a chi si avvicina con cautela a questo nuovo mondo. Sul sito ilmiolibro.it, la spedizione e gratis per gli acquisti di oggi; a Roma, la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea aprirà al pubblico, la Biblioteca che custodisce 80mila volumi antichi; a Milano invece, parte la prima edizione della Fiera dell’editoria italiana. Per i lettori social, non mancheranno di certo gli hashtag dedicati agli eventi, i più utilizzati: #LibriDiSogni e #Liberidileggere.

Cosa posteremmo noi? Scegliere il proprio libro preferito non è una cosa semplice, ma con un classico non si sbaglia mai e se è morto in questa giornata un caso non è: stiamo parlando di Cervantes. Con il telefono in mano, indossiamo la nostra armatura migliore, prepariamo la spada e il cavallo e ci immergiamo nella lettura; utilizzate l’immaginazione, leggete, informatevi, perché la battaglia contro i mulini a vento dell’ignoranza, si vince con leggendo.
Tornando alla scelta, vi lasciamo con il nostro hashtag: #donchisciottedellamancia

"Non ho particolari talenti, sono soltanto appassionatamente curioso" (Albert Einstein). Ha studiato Festival Manager presso la Giffoni Academy. Appassionata di libri, cinema, arte e musica. Sognatrice ma realista, scrive per la sua sete di curiosità.