Grande Torino, omaggio del mondo del calcio nell’Anniversario di Superga

Oggi è il giorno della commemorazione e del ricordo del Gran Torino, quella squadra leggendaria vittima dell'incidente aereo di Superga.

Oggi è il giorno del ricordo e della commemorazione delle vittime di Superga. Quel Grande Torino, la squadra leggendaria che non tutti hanno potuto ammirare ma che tutti continuano ad amare per una fine terribile.

Indro Montanelli aveva espresso un suo commento in merito alla tragedia di Superga che, oggi, nella giornata dedicata agli eroi granata è stata ripresa dalla sindaca di Torino Chiara Appendino: “Gli eroi sono sempre immortali agli occhi di chi in essi crede. E così i ragazzi crederanno che il Torino non è morto: è soltanto in trasferta”. Queste parole sono di chiaro impatto. Sono di qualcuno che non vuole vedere l’amara realtà bensì vuole credere in un sogno, quello che quella squadra stava regalando non solo al popolo granata ma a tutto il mondo intero.

Grande Torino: l’omaggio del Mondo del Calcio

Oggi è il 68esimo anniversario di quella tragedia e come ogni anno si porgono i propri omaggi ai ragazzi che persero la vita in quel famoso incidente aereo del 1949. La sindaca ha voluto ricordare il Gran Torino ponendo un corona d’alloro sulla loro lapide. Oltre al primo cittadino del capoluogo piemontese altre società, altri personaggi del calcio e non solo hanno voluto porgere la propria vicinanza alle vittime di Superga. La Juventus, ha voluto omaggiare i cugini con un tweet solidale: “Nel 68° anniversario della tragedia di Superga del 4 maggio 1949, la Juventus si unisce al ricordo dei Campioni del “.

 Non solo la Vecchia Signora ma tutto il mondo del calcio ha voluto commemorare questi eroi. Altre società come la Roma, la Lazio e il Torino stesso oppure a giornalisti come PardoJacobelli, Cucchi oltre agli stessi giocatori che hanno inondato i Social Network di messaggi di cordoglio. Da Marchisio che incontrerà i granata proprio sabato prossimo in un Derby che può valere lo Scudetto della Juventus a Quagliarella che ha indossato la maglia del Torino segnando 42 goal fra Serie B, Serie A e Europa League.

Sono passati 68 anni, ma in tutti noi, nel mondo dello sport e non solo il ricordo è indelebile. #GrandeTorino #GrandeSquadra #GrandiUomini

Un post condiviso da Claudio Marchisio (@marchisiocla8) in data:


Nella giornata di ieri, peraltro, qualche vandalo aveva cercato di cancellare la storia di questi miti imbrattando i muri che portano alla Basilica in cui oggi avviene la messa in loro ricordo. Diversi supporters del Torino, dunque, si sono abilitati per riverniciare questi obrobri con una vernice color granata in attesa che il Comune si mobiliti nel far ritornare tutto come prima.