Grembo Artificiale per Neonati Prematuri creato negli Usa

Secondo il team di scienziati aumenterebbe le possibilità di vita dei bambini nati prematuri. Lo studio, effettuato su degli agnelli, è stato recentemente pubblicato sulla rivista Nature Communications.

Tecnica Anateoresi: Guarire dall'utero materno

Un’équipe di ricercatori statunitensi ha sviluppato un ‘grembo’ artificiale in grado di supportare lo sviluppo extra-uterino dei bambini nati prematuri allo scopo di aumentarne significativamente le possibilità di vita. Lo studio, pubblicato sulla rivista Nature Communications, ha coinvolto diversi scienziati del Children’s Hospital di Philadelphia, i quali, guidati dal chirurgo Alan W. Flake, hanno lavorato al progetto per tre anni.

Cos’è e come funziona il grembo artificiale?

Il ventre artificiale realizzato da Flake e colleghi consiste in una sacca contenente una miscela con caratteristiche molto simili a quelle del liquido amniotico, a sua volta collegata ad un macchinario che funge da cordone ombelicale. Il prototipo è stato testato su un gruppo di agnelli nati pretermine, fisiologicamente equivalenti ad un bambino di 23-24 settimane di gestazione, e ha dimostrato di poterne sostenere lo sviluppo senza complicazioni. Infatti, funzioni neurologiche e maturazione degli organi sono apparsi normali, così come le capacità respiratorie e i riflessi di deglutizione.

“Questi risultati – ha affermato Flake – sono superiori rispetto a tutti i precedenti tentativi di creare un supporto extra-corporeo del feto”. Anche se gli ostacoli sono ancora molti, la squadra del Children’s Hospital di Philadelphia prevede di raffinare ulteriormente il sistema nei prossimi anni, così da permetterne l’uso nella pratica clinica e sostenere la crescita dei bambini nati prematuri.

Condividi