Incendio Camper Roma: appiccato per Vendetta da Rom?

La Polizia sta seguendo la pista della vendetta fra rom che potrebbe aver portato all'incendio del camper della scorsa notte nella quale sono morte tre sorelle. Ci sarebbe un video in cui un uomo viene visto lanciare una bottiglia incendiaria contro la roulotte.

L’incendio al camper parcheggiato a Roma davanti al centro commerciale in cui viveva una famiglia rom è stata causato da un altro “nomade”. Si ipotizza che la causa scatenante sia una vendetta. La Polizia romana sta ancora indagando sul caso. Ci sarebbe, inoltre, un video in cui un uomo viene visto lanciare una bottiglia incendiaria contro la roulotte.

Pare che le ultime ore siano servite per avvicinarsi all’uomo che avrebbe dato fuoco al veicolo fermo e isolato nel parcheggio di un centro commerciale nella zona di Centocelle, a Roma. Il fattaccio sarebbe avvenuto alle 3 della scorsa notte. Per quanto riguarda questa vicenda la Procura di Roma ha aperto un vero e proprio fascicolo in cui si parla di incendio doloso per via di alcune tracce di liquido infiammabile che è stato trovato nei pressi del camper bruciato. All’interno, quindi, sono morte tre sorelle per cui esiste l’aggravante dell’omicidio colposo.

Incendio camper a Roma: le ultime novità

Più passano le ore e più c’è la sensazione di arrivare all’autore tant’è che se ieri si parlava di denuncia a ignota, oggi si segue, invece, la pista della vendetta fra rom. I testimoni, infatti, avevano fatto sapere di aver ricevuto delle minacce e ora gli inquirenti stanno investigando fra gli altri campi nomadi su chi può essere stato. Ci sarebbe, inoltre, un video di una telecamera di sicurezza che è arrivato nella mani della Polizia che inquadrerebbe un uomo con il volto coperto in procinto di lanciare una bottiglia, presumibilmente, incendiaria contro il camper.