Milioni di granchi si sono sparpagliati nella Baia dei porci, a Cuba. L‘invasione, ripresa in video, avviene ogni anno ed è sintomo di sopravvivenza poiché i crostacei depongono lì le loro uova. Succede ogni anno ma è sempre uno spettacolo curioso e particolare quello che mettono in scena i granchi che solitamente siamo abituati a vedere sulle spiagge e non per le strade asfaltate. Questi animaletti, con la loro classica camminata orizzontale, si dirigono verso la Baia per depositare le uova dalle quali nasceranno i loro piccoli.

Questa baia, che porta il nome di “Baia dei porci”, è la metà preferita da questi granchi che dopo le prime piogge primaverili si spostano per deporre le proprie uova marciando per giorni e giorni, attraversando persino la foreste con il solo fine di mettere in salvo i loro piccoli. Non sempre, però, va tutto per il meglio poiché purtroppo molti di questi crostacei rimangono vittime degli pneumatici di macchine o, peggio ancora, di quelli dei camion che senza volere li schiacciano rendendo vano tutto il loro viaggio “a piedi”.

Il Ministro dell’ambiente del comune di Cienaga de Zapata, Jorge Luis Jimenez, ha spiegato che le tante morti a causa dei mezzi di trasporto non modifica o non riduce la specie poiché l’anno successivo, in tutti i modi, si presentano in migliaia pronti ad invadere le strade e pronti a deporre i propri piccolini. La Baia dei Porci, inoltre, si trova in un parco nazionale in cui vive la maggior parte degli animali di quella zona.