Milan ai Cinesi, Yonghong Li: “Torneremo sul tetto del mondo”

Li Yonghong nuovo proprietario del Milan: "Torneremo sul tetto del mondo"

È ufficiale, oggi, 13 aprile 2017, si chiude l’era Berlusconi e viene inaugurato il nuovo capitolo rossonero che risponde al nome di Yonghong Li. Il Milan è stato ceduto ai cinesi della società  Rossoneri Sport Investment Lux e mister Li, ad annuncio effettuato, ha pronunciato le sue prime parole da nuovo proprietario del Diavolo.

MILAN AI CINESI: LE PRIME PAROLE DI LI YONGHONG

Non un discorso lungo, poche parole per ringraziare Silvio Berlusconi, ma soprattutto i tifosi del Milan che hanno atteso con ansia il passaggio delle consegne più volte rinviato nel corso degli ultimi mesi di trattative: “Ringrazio Fininvest e Berlusconi per la fiducia e i tifosi per la pazienza. Da oggi costruiamo il futuro”. L’obiettivo di Yonghong Li è quello di restituire al Milan un ruolo da protagonista in Italia, in Europa e non solo: “Torneremo sul tetto del mondo”.

MILAN AI CINESI: L’ANNUNCIO DI GALLIANI IN LEGA

La cessione, annunciata dal comunicato ufficiale di Fininvest, è stata comunicata anche da Adriano Galliani che, commosso, ha dato la notizia durante l’assemblea di Lega a tutti i presenti: “Quello di sabato sarà il primo derby cinese”. Un annuncio al quale è seguito l’applauso di tutti i presenti.

Nella tarda mattinata di oggi, 13 aprile, era arrivata la notizia dell’avvenuta firma. Il closing e la cessione del Milan ai cinesi è stato ufficializzato però intorno alle 14.30: Fininvest infatti si è prima dovuta accertare dell’avvenuto pagamento dell’ultima rata di 370 milioni di euro, come da accordi. Arrivata la conferma, è stato diramato il comunicato ufficiale con il quale è stata annunciata la cessione del 99.93% del club rossonero al gruppo cinese di Li Yonghong.

Nata l'11 dicembre 1990 a Catania e laureata in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi della città etnea. Ho iniziato a scrivere un po' per gioco nel 2012. La mia materia prima è il calcio, occhio però... più che i tacchetti preferisco indossare il tacco 12! Adoro la musica e mi diletto ad armeggiare tra i fornelli. Il mio piatto forte? Chiedetelo ai "miei" assaggiatori...