Morto Gregg Allman, leggenda del rock

Gregg Allman è morto. Soffriva da tempo di Epatite e aveva ricevuto un nuovo fegato. Frontman della band di culto per il southern rock formò gli Allman Brothers con suo fratello Duane.

E’ morto nella sua casa a Savannah, Georgia, il grande Gregg Allman. Una vita di eccessi, l’abuso di droghe per anni. Fu questo il motivo che portò alla fine del matrimonio fra lui e la cantante Cher (con cui fu sposato dal 1975 al 1979) nonostante la nascita di un figlio, Elijah Blue Allman. Ma ad ogni modo un grande artista, uno degli ultimi geni tormentati del panorama musicale che ci lascia privati di uno fra i pionieri del rock ‘n blues.

Gregg Allman e gli Allman Brothers

Nato l’8 dicembre del ’47 a Nashville, trasferitosi poi in Florida, furono proprio le droghe a portarlo all’epatite C, arrivando a subire un trapianto di fegato nel 2010. Nell’ultimo periodo aveva annullato alcune date del suo tour 2016. Gli Allman Brothers Band, come anticipato sono considerati a tutt’oggi i principali pionieri del southern rock,  fusione di blues, rock, country e jazz.

Il gruppo fu segnato da gravi lutti: poco dopo il leggendario live al Fillmore East il 29 ottobre 1971, a Macon, Georgia durante un periodo di pausa dalle registrazioni e dalle esibizioni dal vivo, il fratello di Gregg, Duane ebbe un incidente mentre era alla guida della sua Harley-Davidson Sportster e morì a 25 anni. Un anno dopo, nel novembre del ’72, a soli tre isolati di distanza dal luogo dell’incidente di Duane fu la volta di Berry Oakley; bassista della band,  morì a 24 anni come il collega per un incidente in moto.

La carriera di Gregg Allman però proseguì realizzando il sogno di una vera e propria dinastia di rock tipicamente americano e sudista che ha trovato in Warren Haynes e i Govt Mule la sua più degna prosecuzione. All’inizio di quest’anno, il batterista Butch Trucks – founder storico della band con Gregg e Duane – si è suicidato; come Greg aveva 69 anni.

Di lui ci racconta Michael Lehman, manager e amico di lungo corso: “Ho perso un caro amico e il mondo ha perso un pioniere brillante nella musica. [….] la risata più bella che io abbia mai sentito. Il suo amore per la famiglia e i compagni di gruppo era appassionato, come l’amore verso i suoi fan straordinari. Gregg era un socio incredibile e un ancora miglior amico. Mancherà a tutti noi“. Con la sua scomparsa Gregg Allman lascia sua moglie Shannon e i quattro figli, ai quali tutto il panorama musicale rock si stringe nella perdita, oltre a tre nipoti e una famiglia davvero allargata. Ancora ignote le cause del decesso, che saranno comunicate dalla famiglia con un comunicato ufficiale si spera nell’arco della giornata.

Laureata in Belle Arti, Dipartimento di Arti Visive ha scelto di fare della Decorazione Artistica, in ogni forma la sua vita. Pugliese di nascita, spezzina d’adozione ha sempre un nuovo libro con sé; ama i viaggi, la fotografia, il buon cibo e predilige i film storici. Freelance Editor per Newsly.it e NailsArt.it scrive per dare voce alle idee, per lasciare che si concretizzino e possano dare nuova forma e sostanza al mondo che la circonda.