Morto Valentino Zeichen: Il poeta aveva 83 anni

Morto Valentino Zeichen: Il poeta aveva 83 anni

E’ morto a Roma all’età di 78 anni il poeta Valentino Zeichen, Il celebre artista stava ancora riprendendosi da un ictus che lo aveva colpito qualche mese fa.

Scrittore eclettico ed anticonformista, dalle idee sempre originali e al limite del bizzarro, Valentino Zeichen era nato nel 1938 a Fiume, ritrovandosi dopo la Seconda Guerra Mondiale in un campo profughi di Trieste. Alla morte della madre, il giovane si trasferì a Roma con il padre, che lì aveva trovato lavoro come giardiniere. Ma la permanenza di Valentino nella Capitale dura poco, perchè il genitore, insieme alla nuova compagna, decide di spedirlo in una casa di correzione a Firenze, reputando il giovane eccessivamente irrequieto.

La solitudine e la lontananza dagli affetti lo invogliano a cercare ristoro nei libri. Nella casa di correzione Zeichen legge molto e forma una propria coscienza culturale, iniziando a delineare la sua vena artistica. Nel 1969 scrive un primo saggio per la celebre rivista  “Nuova Corrente” e poco dopo pubblica la sua prima raccolta in versi, dal titolo Area di rigore, seguita da una lunga serie di testi poetici raccolti in Ricreazione (1979), Pagine di gloria (1983), Museo interiore(1987), Gibilterra (1991), Metafisica tascabile (1997) e Ogni cosa a ogni cosa ha detto addio (2000). Nel 2014 pubblica Poesie 1963-2014, con introduzione di Giulio Ferroni. Diverse le sue esperienze nel teatro, anche come attore, con la commedia Apocalisse nell’arte (2000). Due i romanzi: Tana per tutti (1983) e il più recente La sumera (Fazi, 2015).

La sua poesia è passata alla storia per lo stile unico, sempre irriverente e ironico, con il sistematico rifiuto della metrica tradizionale e della rima.