Mostra Picasso-Parade Napoli 1917 a Pompei: Date e Opere esposte

Mostra Picasso-Parade Napoli 1917 a Pompei: Date e Opere esposte

La mostra “Picasso-Parade Napoli 1917” sarà al Museo di Capodimonte e a Pompei, entrambi i siti ospiteranno la mostra dal 10 aprile al 10 luglio 2017 in occasione dei 100 anni del viaggio in Italia del grande artista spagnolo.

Questa prestigiosa mostra sarà in queste due sedi, Museo di Capodimonte e Antiquarium di Pompei per quattro mesi. Pablo Picasso arrivò in Italia nel 1917 insieme a Jean Cocteau, visitando Roma, città in cui conobbe la ballerina Olga Chaklova di cui si innamorò e che fu la sua prima moglie.

Lei era una delle protagoniste del balletto “parade” di Sergej Djagilev e alla cui realizzazione contribuirono Picasso e Cocteau. Picasso lavorò con Djagilev nei cinque anni successivi seguendo la compagnia anche a Napoli e a Pompei. La mostra si concentrerà sull’impatto che Napoli e Pompei ebbero su Picasso. Infatti lui dopo la visita in città si concentrò molto sulla figura di Pulcinella, rielaborandone l’iconografia e dandogli il suo tocco personale.

Picasso rimase colpito dalla vastissima tradizione popolare di Napoli e dalle rovine di Pompei e questo lo ispirò per il sipario del balletto “parade” e per i costumi e le scenografie del balletto successivo chiamato “pulcinella”.

All’antiquarium di Pompei sicuramente saranno esposti i costumi di scena realizzati da Picasso dopo il suo viaggio in Italia ed anche altri bozzetti rarissimi. Nel teatro grande degli scavi sarà eretto il sipario originale del balletto “parade”.

Picasso  cercava in Italia nuovi stimoli artistici e li trovò a Napoli e a Pompei, dove la sua mente geniale riprese a sbizzarrirsi nella sua arte montando e rismontando le figure dell’arte finora esistenti, reinventandole in una nuova espressione finora mai vista, la sua arte creava e ricreava qualcosa di controverso e rivoluzionario.

Furono il rosso e il verde di Pompei a dargli nuova forza nei colori e a Napoli rimase molto colpito dalla Cappella Pontano e dalla chiesa di San Giovanni a carbonara, colpito dai pavimenti del’400 e dalle bizzarre figure degli uccelli all’interno di questi siti.

Questa ispirazione gli restituì il gusto dei colori vivaci della sua arte. Sicuramente sarà una mostra da non perdere, una mostra che permetterà ancora una volta di apprezzare il genio di Pablo Picasso, uno degli artisti che maggiormente hanno influenzato il ‘900 con la propria arte.

Sono Daniela Merola, giornalista, blogger, scrittrice e presentatrice eventi culturali, sono ufficio stampa di librincircolo.it e ricominciodailibri.it, sono socia della libreria iocisto. Sono appassionata di spettacolo, teatro e editoria, amo il calcio e il tennis. La comunicazione è la mia forza, mi piace mettermi alla prova con le presentazioni e la recitazione.