Obama e Renzi all’Onu: “Distruggeremo l’Isis”

È un Barack Obama molto positivo quello che ha parlato all’assemblea dell’Onu: “Sono ottimista. In Iraq ed in Siria, l’Isis è circondato da forze che vogliono distruggerlo e abbiamo visto che può essere sconfitto sul campo di battaglia. Necessitiamo di un nuovo leader per annientare lo Stato Islamico. La minaccia di gruppi estremisti come l’Isis sta crescendo: ormai vi è un aumento del 70% dei Foreign Fighter provenienti da moltissimi Paesi”.

L’appoggio di cui necessita il presidente americano Obama arriva anche dall’Italia e dal suo primo ministro Matteo Renzi: “L’Isis è la più grande coalizione mai vista. Serve grande responsabilità e l’Italia è uno di quei Paesi con l’intenzione di dare un sostegno risoluto. Offro al presidente americano tutto il sostegno dell’Italia sul fronte antiterroristico. Non solo in Iraq e Siria, ma anche in Africa e quindi in Libia”. Inoltre, Renzi ha rilanciato sul problema della propaganda jihadista su internet: “Ci sono seri rischi per quel che riguarda il reclutamento dei militari estremisti e, soprattutto, il fenomeno del terrorista che si “fa” da solo”.

Leggi anche