Renzi ad Amatrice: “Questi borghi devono ripartire. E’ una sfida di credibilità e onore”

Renzi ad Amatrice:
Italian premier Matteo Renzi meets some rescuers in Amatrice (Rieti) central Italy, 24th august 2016. ANSA/ CHIGI PALACE PRESS OFFICE-TIBERIO BARCHIELLI +++EDITORIAL USE ONLY - NO SALES+++

Di fronte a cumuli di macerie e a volti spaventati il premier Matteo Renzi cerca di infondere sicurezza a un’Italia devastata. “Non lasceremo nessuno da solo“, questo non è solo il modus operandi, ma il vero obiettivo del governo per risollevare quanto è stato distrutto in pochi istanti.

Renzi arriva ad Amatrice nel pomeriggio di un interminabile 24 agosto, dopo aver tenuto la conferenza stampa a Palazzo Chigi. Proprio qui, nel palazzetto dello sport, edificio adibito a centrale operativa d’emergenza, incontra le centinaia di soccorritori che stanno lavorando fin dalla notte fonda.

Il premier, orgoglioso dei soccorsi prestati in giornata, dichiara: “Questo è il momento delle lacrime, delle preghiera, del rispetto“. Riflettere nel rispetto delle vittime di questo sisma è l’unica cosa da fare nella giornata  appena passata. Da oggi, invece, il premier inizierà a parlare di quella ricostruzioneche potrà permettere agli abitanti di ripartire, di vivere questi borghi così belli. E’ una sfida di credibilità e onore“.

LEGGI ANCHE:

Neolaureata all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Brescia in giornalismo a stampa, radiofonico e televisivo. Giovane ventitreenne redattrice per calciomercato-Inter.it, Newsly.it e NailsArt.it. Appassionata di scrittura e di moda, ottima fruitrice di film, documentari e serie tv. Viaggiatrice curiosa che ama il confronto con il diverso.