Renzi si dimette da Presidente del Consiglio dopo la Sconfitta nel Referendum

Dimissioni per Matteo Renzi. Il Premier si dimette ufficialmente da Presidente del Consiglio dei Ministri. Pesa la sconfitta del Referendum, pesa la sconfitta del Si oggi 4 dicembre 2016. Matteo Renzi era stato chiaro, già da alcuni mesi aveva anticipato le dimissioni in caso di sconfitta al Referendum oggi. La parola è stata mantenuta, Matteo Renzi si dimetterà ufficialmente domani, nel primo pomeriggio.

“Ci abbiamo provato, abbiamo dato agli italiani una chance di cambiamento, ma non ci siamo riusciti. Apprezzo tutti quelli che hanno votato per il Si. Volevamo semplificare il sistema, ma quelli che hanno votato Si non hanno perso, sentitevi soddisfatti. C’è rabbia e delusione, vorrei che foste fieri di voi stessi. Non smettete mai di pensare che si possa fare politica per i vostri figli. Si può perdere un Referendum, ma non il buon umore”.

Il Premier Renzi continua: “Nella politica italiana non perde mai nessuno, ma io ho perso. Non siamo robot, non sono riuscito a portare il Si alla vittoria. Non credo che la politica sia fatta di un numero elevato di politici che siano in Italia. Quando uno perde non fa finta di nulla, sperando che la nottata passi. Credo nell’Italia, ho visto le sue possibilità. L’unica chance per cambiare è quella di credere nel futuro”. 

“Abbiamo chiesto di semplificare il sistema con questa Riforma, andiamo via senza rimorsi. L’esperienza del nostro Partito e del mio Governo finisce qui”. Parole amare per Renzi, che si dimette domani pomeriggio, come lui ha dichiarato”. 

Al Presidente della Repubblica consegnerò le mie dimissioni domani. 

Discorso Dimissioni Renzi (Video)