Riforma Pensioni, le News di Oggi (13 Settembre 2016): Ape in prova per due anni

Riforma Pensioni 2016: Novità e Aggiornamenti (10 Giugno)

Oggi 13 settembre 2016 sono in programma importanti news riguardo alla riforma delle pensioni. Da oggi l’Ape entra ufficialmente nel periodo di prova.

Quella appena trascorsa è stata un’importante giornata per la messa in atto dell’attesissima riforma delle pensioni 2016. C’è stato infatti il secondo incontro preliminare tra Governo e Sindacati, prima di quello definitivo del prossimo 21 settembre. I risultati sono stati abbastanza positivi e nei prossimi paragrafi ne parleremo ampiamente.

Riforma Pensioni, entra in vigore il pensionamento anticipato a 63 anni

L’incontro tra Governo e Sindacati ha portato alla conferma dell’anticipo pensionistico (APE), che potrà essere richiesto a 63 anni (e non a 64 come si era detto alcuni giorni fa). Il provvedimento, da ora in poi, entrerà in un periodo di prova di due anni, durante i quali verrà analizzato il comportamento dei cittadini e la percentuale di richiesta dell’APE. A comunicarlo è Maurizio Petriccioli della Cisl, che considera i 3 anni e 7 mesi di anticipo pensionistico come una mediazione sui 4 richiesti inizialmente. Lo stesso Petriccioli conferma poi che non è stato ancora stabilito il “budget” per la riforma.

Riforma Pensioni, chi potrà andare in pensione nel 2017?

Stando ad un’analisi de “Il sole 24 ore”, potranno quindi andare in pensione nel 2017 i nati nel 1954. Per chi possiede un lavoro, l’APE sarà pagata tramite un’addebito sul proprio assegno pensionistico, mentre per i disoccupati l’anticipo sarà gratuito (a delle condizioni).

LEGGI ANCHE: