Il Salmone affumicato fa male? Il servizio di “Indovina chi viene a cena”

Il Salmone affumicato fa male? Il servizio di

Sembra un vero e proprio dramma annunciato quello del salmone raccontato da Indovina chi viene a cena, su Rai 3. I sistemi intensivi di allevamento e i mangimi sollevano più di un dubbio sulla qualità di uno dei prodotti che sempre più finisce sulle tavole degli europei. Scarsi livelli igienici, utilizzo di endosulfano nei mangimi, elevati tassi di tossine che spingono i medici norvegesi a vietare alle mamme e ai neonati l’utilizzo di salmone. Uno scenario apocalittico, insomma.

Sembra però che del salmone e della filiera produttiva, dei mangimi utilizzati e dei coloranti adoperati per rendere la carne del salmone sempre più simile a quella dei salmoni selvatici, non importi davvero a nessuno tanto che, stando a quanto riferito da slowfood.it, l’Unione Europea avrebbe addirittura autorizzato l’aumento dei livelli di endosulfano nei mangimi (l’endosulfano è un pesticida bandito in molti paesi).

Le opinioni, soprattutto online, sono contrastanti. Il servizio mandato andato in onda questa sera sul salmone norvegese e sui metodi di allevamento farebbe ipotizzare che, in fondo, converrebbe davvero evitare (o almeno limitare) il consumo del prodotto. Uno studio americano sul tema mette in luce aspetti molto inquietanti. Secondo Slow Food “Uno scienziato statunitense dopo un lungo studio sugli allevamenti intensivi di salmone ha dichiarato ai media: «Si dovrebbe evitare il salmone di allevamento come la peste»”

Condividi
Napoletano di nascita e cilentano d'adozione, è appassionato di letteratura sportiva e del Calcio Napoli. Nasce economista per svista con la grande necessità di comunicare e di trasmettere. Di condividere e di parlarne. Il tempo libero è dedicato alle sue grandi passioni, tra cui i cani. Massimo Esposito su Twitter