Santa Lucia 13 dicembre: Storia, Tradizioni e Significato della Festa Religiosa

Santa Lucia da Siracusa: Storia e proverbi

Il 13 dicembre, la Chiesa celebra Santa Lucia, protettrice degli occhi e della vista e patrona di molte località, fra cui Siracusa. Ecco la storia di una della sante più venerate in Italia e in Europa. 

Santa Lucia è una delle figure più amate e venerate fra i Santi della Cristianità. In molte località italiane è Santa Patrona, prima fra tutti  a Siracusa, la sua città natale. Lucia era nata da una famiglia di nobili siciliani di fede pagana, intorno al 283. In giovanissima età si era convertito al Cristianesimo, contro il volere della famiglia che per questo prese a perseguitarla.

A causa di questa feroce persecuzione prese gli occhi, che, leggenda vuole, le furono restituiti grazie a un miracolo. Morì a causa della sua conversione, uccisa durante la repressione dei Cristiani ad opera di Diocleziano, il 13 dicembre 304; forse trafitta alla gola, secondo una documentazione latina sui fatti, o molto più probabilmente decapitata, secondo gli storici greci.

A Santa Lucia, sono legati numerosi simbolismi sia cristiani che pagani. Il nome Lucia significa “luce”, per questo il 13 dicembre si festeggia la Festa della Luce, soprattutto in Svezia. Prima dell’avvento del calendario gregoriano, il solstizio d’inverno cadeva proprio il 13 dicembre e i pagani festeggiavano in questo giorno l’arrivo dell’inverno, la stagione del riposo e della riflessione.

In Svezia, Santa Lucia, precede di qualche giorno l’arrivo di Babbo Natale. E’ lei, difatti, secondo la tradizione scandinava a portare i doni ai bambini.

Chi ha inventato il Panettone? Leggende e tradizioni

Lelia Paolini è nata a Viareggio. Vive in Versilia con i tre figli, due gatti e un marito. Fra le sue più grandi passioni leggere, scrivere, ridere, viaggiare. Sogni nel cassetto: scrivere il romanzo del secolo e stabilirsi in un cottage in Scozia, vista Oceano.