Matteo Salvini a Napoli, Scontri al Corteo | Video

Matteo Salvini a Napoli, Scontri al Corteo | Video

Scontri a Napoli al corteo contro la visita di Matteo Salvini: Fuorigrotta è stata letteralmente messa a ferro e fuoco dai manifestanti che presto sono arrivati allo scontro con la Polizia. Collettivi, centri sociali e movimenti politici sono infatti arrivati allo scontro con le forze dell’ordine. Molotov, bombe carta, passamontagna e caschi … questo l’arsenale dei manifestanti che, partiti da Piazza Sannazzaro hanno provato a raggiungere la Mostra d’Oltremare dove era previsto l’intervento del leader della Lega Nord.

Che il clima fosse teso era parso evidente già nei giorni scorsi quando la tensione era aumentata anche per l’intervento del Sindaco de Magistris sulla questione. Il leader della Lega Nord ha però confermato la sua presenza in città tanto da scatenare le ire dei manifestanti che, oggi, hanno messo a ferro e fuoco Fuorigrotta.

Il sindaco contrario alla manifestazione

Il Sindaco di Napoli, “azionista di maggioranza” della Mostra d’Oltremare, aveva dato il parere negativo della Giunta alla manifestazione. Poi la decisione della Prefettura di autorizzare la manifestazione, nonostante la contrarietà della prima istituzione cittadina. Il Comune di Napoli ha quindi rimesso nelle mani della Questura e della Prefettura le chiavi della Mostra sgravandosi di fatto da qualsiasi responsabilità.

Scontri al corteo anti Salvini a Napoli

Agenti in tenuta antisommossa, manifestanti e centri sociali. Bombe carta e petardi, molotov con i giornalisti costretti a lavorare in uno scenario di guerra. Questo il primo bilancio degli scontri di Fuorigrotta dove i manifestanti hanno provato a raggiungere la Mostra d’Oltremare arrivando allo scontro, inevitabile, con le Forze dell’Ordine.

Salvini a Napoli, il corteo tra scontri e manifesti goliardici

La verità è però che il corteo era partito con tutte le buone intenzioni. Manifesti e cori goliardici contro il leader della Lega Nord: Salvini è stato infatti accolto addirittura da una ruspa. Poi la degenerazione e gli scontri a Fuorigrotta con le forze dell’ordine.