Striscia la notizia, Antonio Ricci contro Mediaset: “Cologno Monzese porta sfiga”

Striscia la notizia, Antonio Ricci contro Mediaset:
20070921 - MILANO - SPR - CANALE 5: STRISCIA LA NOTIZIA. Antonio Ricci oggi alla conferenza stampa di prensentazione in occasione della ventesima edizione dI "Striscia la notizia". DANIEL DAL ZENNARO/ANSA

E’ stata una conferenza stampa all’insegna delle polemiche, quella della presentazione della 28^ edizione di Striscia la notizia, dove il patron Antonio Ricci ha lanciato molte frecciate nei confronti del suo editore Mediaset, dopo che questa ha deciso di traferire dopo 27 anni il suo tg satirico dagli studi di Milano 2, da poco dismessi, a quelli di Cologno Monzese.

Un trasferimento forzato che al papà di Striscia non è andato per niente a genio, infatti in dispetto a questa forzatura ha preteso dai vertici di Cologno la stessa scenografia che c’era a Milano 2, e inoltre ha richiesto che la redazione fosse disposta tale e quale a com’era a Palazzo dei Cigni. Mediaset ha esaudito tutte le sue richieste, con un impiego e un investimento non di poco conto.

«Ci hanno deportato qui perché gli studi sono vuoti, questa azienda non produce più – dice Ricci, che prosegue – La sfiga di Cologno Monzese è nota in tutta Italia. Quando arrivi dalla tangenziale senti le urla dei fantasmi delle trasmissioni cancellate o mai mandate in onda. A noi di Striscia la notizia ci hanno deportato qui per avere qualcosa di vivo, oppure per ammazzare qualcosa di forte». E come se non bastasse, il colpo di grazia: «Quello che rovina Mediaset è la burocrazia, vediamo se riusciranno a far passare la gioia e l’entusiasmo anche a noi».

Parole molto pesanti quelle dette in conferenza stampa che non sono piaciute ai vertici di Mediaset, specialmente a Piersilvio Berlusconi; ma non tutte le parole sono state velenose, Ricci infatti nonostante abbia manifestato fortemente le proprie perplessità c’ha visto qualche stralcio di ottimismo: «Solo prendendo spunto da Cologno Monzese potremmo fare mesi e mesi di trasmissione, qui ci sono tutte le nostre rubriche: I nuovi mostri, Fatti e rifatti, Spetteguless, Truffe e via dicendo». Dice questo prendendo di mira i vicini di studio: Quarto grado, Mattino Cinque Pomeriggio Cinque, oltre a sbeffeggiare Gianluigi Nuzzi.

Insomma Striscia, dopo essere stata strappata dalla sua isola felice, vuole capire il suo futuro all’interno di Cologno Monzese, e vedere se tutto quello che ha fatto negli anni passati lo potrà fare ancora; lo si vedrà in questa 28^ edizione.