Terremoto Amatrice, Arrestato un Napoletano sorpreso a Rubare tra le macerie

Morte Stefano Cucchi, Sospesi i Carabinieri accusati dell'Omicidio 1

Sorpreso a rubare tra le macerie di Amatrice distrutta dal terremoto, un napoletano è stato arrestato.

E’ successo ieri quando l’uomo, arrivato direttamente dal capoluogo campano, è stato sorpreso di spalle dai carabinieri del comando provinciale di Rieti mentre era intento a rubare tra le macerie. L’uomo, 41 anni residente al Rione Alto, è un pluripregiudicato visto che è gravato da numerosi precedenti penali per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti, ricettazione e porto abusivo di armi.

I carabinieri sono riusciti ad ammanettarlo solo dopo aver ingaggiato con lui una violenta colluttazione: tanto che un militare è rimasto ferito dal cacciavite in possesso dell’uomo. E così il 41enne napoletano è stato tratto in arresto con l’accusa di rapina impropria e lesioni personali e tradotto presso la casa circondariale di Rieti a disposizione dell’autorità giudiziaria locale. I militari, ricorsi alle cure mediche da parte dei sanitari presenti nel campo allestito per le vittime del sisma, sono stati giudicati guaribili in 6 giorni.

Leggi anche:

Giornalista professionista che cerca di raccontare, in maniera imparziale, i fatti. Per me scrivere è una passione, l'ho avuta sin da piccolo, che ho cercato di tradurre in mestiere.