Attentato Londra, Furgone sulla folla a Finsbury Park: un arresto

Torna il terrore a Londra. Alle prime ore di oggi un furgone si sarebbe lanciato su una folla di persone a Finsbury Park, gridando "ucciderò tutti i musulmani".

Londra spari davanti al Parlamento: 12 feriti

Torna il terrore a Londra. Alle prime ore di oggi un furgone si sarebbe lanciato su una folla di persone a Finsbury Park, nei pressi di una moschea. Proprio nei giorni del Ramadan, ovvero quando il centro religioso era pieno di fedeli musulmani. La Polizia inglese conferma che nella zona dell’incidente è stato già eseguito un arresto.

Londra è nuovamente sotto attacco e secondo quanto riportato dalle forze dell’ordine, la dinamica dell’azione terroristica potrebbe essere sempre la stessa. Un furgone che travolge la folla. Ricordiamo Nizza, Berlino, Bruxelles e diversi episodi che hanno già visto protagonista la città inglese.

Secondo le prime indiscrezioni, alla guida del veicolo, probabilmente un furgone, un uomo di 48 anni che si è lanciato sulla folla, gridando “Ucciderò tutti i musulmani“. Dunque non abbiamo prove che questo atto sia legato al terrorismo, anche se per le fonti britanniche sembrerebbe proprio si tratta di un potenziale attacco terroristico. Intanto a dare il primo pensiero alle vittime e alle famiglie, la Premier Theresa May, la quale ha convocato immediatamente una riunione di emergenza.

Le Prime Testimonianze

Secondo le prime testimonianze, la folla di fedeli musulmani, vittime dell’incidente, era riunita a Seven Sisters Road, per mangiare e pregare come da tradizione durante il Ramadan. A tal proposito, la zona di Finsbury Park ospita il Muslim Welfare House, ovvero un centro sociale islamico, frequentato soprattutto in questi giorni. Un uomo che ha assistito alla tragedia ha testimoniato che l’uomo alla guida del mezzo si sarebbe lanciato volontariamente sulla folla, gridando di voler uccidere tutti i musulmani. Al momento il bilancio delle vittime è di un morto ed 8 feriti.L’indagine continuerà anche nei prossimi giorni. Voci hanno riferito che almeno altre due persone sarebbero fuggite dal van. Quindi continuano le ricerche. La polizia metropolitana ha affermato che l’attacco che ha diffuso terrore a Londra questa mattina sarebbe avvenuto in orario “difficile” per i servizi di sicurezza. Rimaniamo in aggiornamento!

Studentessa universitaria di Scienze e Tecnologie della Comunicazione presso La Sapienza di Roma, con la passione per il giornalismo e la fotografia. Contributor Editor e Freelance per Newsly.it e NailsArt.it, Sogna di girare il mondo, con carta e penna alla mano e reflex al collo, per immortalarlo in ogni minimo dettaglio..