Tumore al Seno, inventato Reggiseno per la prevenzione del cancro

Un 18-enne ha inventato un reggiseno utile per la prevenzione del tumore al seno. Il progetto è ancora in fase di sviluppo

In arrivo un nuovo reggiseno che potrebbe rivoluzionare presto il mondo della prevenzione, poiché in grado di prevenire i sintomi del tumore al seno. Si chiama ‘Eva’ e ad inventarlo un ragazzo messicano di appena 18 anni, Julian Rios Cantu. Il suo progetto nasce con l’intenzione di poter aiutare la maggior parte delle donne che ogni anno sono costrette a lottare con questa forma di tumore, ormai sempre più diffusa.

Reggiseno per prevenire i tumori: come funziona?

Grazie ai suoi ben 200 biosensori, a contatto con il seno, sarà possibile avvertire i primi allarmi. Basterà indossarlo un’ora, massimo un’ora e mezza, per circa 7 giorni, collegarlo ad un’apposita applicazione dello smartphone e in poco tempo si potranno verificare i primi sintomi. Bisogna quindi fare attenzione a improvvisi cambiamenti del peso, della forma del seno o della temperatura corporea.

L’idea di sperimentare un nuovo prodotto in grado di prevenire il cancro al seno, rilevandone gli allarmi, nasce da una storia dolorosa che Julian ha vissuto in prima persona. Da bambino, il 18-enne ha perso la madre, portata via appunto da questa forma tumorale, dopo una doppia mastectomia. Spinto dal dolore familiare, il giovane ha spiegato di voler, in qualche modo, porre fine a queste morti innocenti, facendo prevenzione. Perché spesso se preso in tempo, il tumore al seno, lo si può guarire. Il nuovo prodotto potrebbe dare quindi una nuova speranza a tutte coloro che lottano ogni giorno contro questi melanomi. Al momento il progetto è soltanto in fase di sviluppo, ma potrebbe presto salvare migliaia di donne, rivoluzionando il mondo della prevenzione.

Studentessa universitaria di Scienze e Tecnologie della Comunicazione presso La Sapienza di Roma, con la passione per il giornalismo e la fotografia. Contributor Editor e Freelance per Newsly.it e NailsArt.it, Sogna di girare il mondo, con carta e penna alla mano e reflex al collo, per immortalarlo in ogni minimo dettaglio..