Mannarino, nuovo singolo “Arca di Noè”: Video e Testo

Si intitola Arca di Noè il nuovo singolo di Alessandro Mannarino, indiscusso protagonista della scena cantautore romana, secondo estratto dal suo ultimo disco Apriti cielo, nei negozi e nei digital store a partire dal 13 gennaio.

Il brano, in rotazione radiofonica a partire sempre da oggi, porta la firma dello stesso cantautore romano ed è accompagnato dal videoclip ufficiale, diretto dal fratello regista Paolo Mannarino e già disponibile sul canale Vevo dell’artista. Nove le tracce che compongono questa sua quarta fatica discografica: 1.Roma, 2.Apriti cielo, 3.Arca di Noè, 4.Vivo, 5.Gandhi, 6.Babalú, 7.Le rane, 8.La frontiera, 9.Un’estate.

A quasi tre anni di distanza dal precedente Al monte, l’artista torna con il suo quarto progetto discografico che sarà seguito da un tour che partirà il prossimo 25 e 26 marzo dal Palalottomatica nella sua Roma. Per poi proseguire il 28 marzo dall’Estragon Club di Bologna, il 31 marzo dal Nelson Mandela Forum di Firenze, il 1 aprile dal Gran Teatro GEOX di Padova, il 3 aprile dal Fabrique di Milano, il 6 aprile dal Teatro Della Concordia a Torino, l’8 aprile dal Palasport Giovanni Paolo II di Pescara ed, infine, il 10 aprile dal Teatro Palapartenope di Napoli. Info e biglietti ticketone.it.

ARCA DI NOE’ video

ARCA DI NOE’ testo

Questa è una storia
da raccontare
può andare bene, può andare male
Ma non si qual è il finale.
bisogna andare, comunque andare
a camminare
sulla terrazza con vista mondo
dove ogni alba è anche un tramonto.
Il mondo è un’ Arca di Noè
che va perduta alla deriva.
ma se sei qui con me
il mondo non c’è
c’è solo pioggia estiva.
Perso dentro te
come nel mare una sardina.
vago nell’eternità
e sto qua giù, dentro una stradina
Si va si va, ma dove si va
chissà chissà, paura non ho
e questa vita mia
è tutto quel che ho.
più breve lei sarà
e più forte canterò.
Questa è una storia
da raccordare
t’ho vista urlare piccola vita
poi ritornare con una vita
lasciare al mondo un nuovo nome
una vendetta, una speranza
o forse solo un po’ d’amore
e il curbarante del motore
dell’astronave
Il mondo è un’ Arca di Noè
che va perduta alla deriva.
ma se sei qui con me
il mondo non c’è
c’è una galassia estiva.
Si va si va, ma dove si va
chissà chissà, paura non ho
e questa vita mia
è tutto quel che ho.
più breve lei sarà
e più forte canterò

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica e spettatore interessato di tutto ciò che è intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.