Auguri di Natale 2016: Frasi e Detti in Palermitano

Eventi Natale 2015 Napoli: mercatini, presepi e concerti

Il Natale, la festa più attesa dell’anno, è finalmente arrivata. Per celebrare al meglio questa grande festa, quale modo migliore di scambiarsi gli auguri di Natale con i propri cari, con i propri amici di sempre, ma anche nuove conoscenze.

Per farlo in maniera particolare, magari ad una persona nata a Palermo, ecco una serie di frasi e di detti popolari che vi possono essere utili in vista del 25 dicembre.

I tipici detti nazionali, non sono altro che i proverbi di tutte le regioni trasformate dal dialetto all’italiano comune. Oggi come ieri, restano ancora vivi i messaggi e i detti popolari di Palermo, la grande città siciliana famosa e conosciuta in tutto il mondo.

Si parte subito con le frasi più famose della tradizione palermitana da condividere con le persone care residenti a Palermo, ma non solo:

  • Natali fa cuntenti cu avi carni, maccaruna e denti.
  • Natali o finistruni e Pasqua cu tizzuni.
  • Quannu è tempu di Natali cu è poviru sta mali.
  • Cu a Natali nun scanna u porcu, sta tuttu l’annu cu mussu tortu.
  • Natali cu li toi e Pasqua cu ccu voi.
  • Natali veni pi tutti li ggenti e cu u nni gori si nni penti.
  • A vigilia di Natali mancinu u duppiu puru l’armali.
  • Di Natali finu a la strina nun c’è porcu ne gaddina.
  • Cu a Natali finiu i dinari, pi Capudannu resta a taliari.