Venezia, Autovelox Distrutto: cittadini lo hanno reso inoffensivo

Il rilevatore di velocità è stato posizionato in via Martiri della Libertà.

Venezia, Autovelox Distrutto: cittadini lo hanno reso inoffensivo

A Venezia-Mestre è stato installato il nuovo autovelox in via Martiri della Libertà. Il rilevatore di velocità, però, non ha fatto in tempo a fare il suo esordio che un gruppo di vandali l’ha preso di mira, pensando di renderlo “inoffensivo”.

Infatti, il gruppo di vandali ha pensato di spruzzare con delle apposite bombolette della vernice, così da non permettergli di poter rilevare la velocità delle macchine, evitando così delle contravvenzioni in una via dove tenersi sotto il limite di velocità non sembra affatto semplice.

DOVE E’ STATO POSIZIONATO L’AUTOVELOX?

Il gruppo di anonimi, ha danneggiato l’autovelox soprattutto perché ritenuto “invisibile” per gli automobilisti. Ora, si attende che l’amministrazione provveda nel mettere i cartelli (obbligatori) che segnalano il rilevatore di velocità prima del luogo dove è stato piazzato. L’autovelox in questione, una volta sistemato dai danni causati dal gruppo di vandali sarà attivato in una posizione dove il limite segna 70 chilometri orari, limite che però, mieterà molti guidatori, visto che non tutti gli automobilisti riescono a tenersi sotto i 70 chilometri orari in quella tratta.

Il primo degli autovelox installati in via Martiri si trova giusto sotto la passerella pedonale tra il cavalcavia dopo via Pasqualigo e la rotatoria della tangenziale sul Terraglio, dietro le colonne e quindi invisibile da lontano. Per molti automobilisti questa manovra viene considerata come una sorta di trappola.