Cagliari, Uomo morto sbranato da Cani Randagi

Dopo essere caduto in seguito ad un malore, gli animali si sono cibati del suo corpo

Morte Stefano Cucchi, Sospesi i Carabinieri accusati dell'Omicidio 1

Questa la terribile sorte, in Sardegna, toccata ad uomo di 68 anni che, dopo essere morto in strada in seguito ad un malore, è stato sbranato da alcuni cani randagi. Una tragedia che ha segnato la cronaca locale. Quando il cadavere è stato ritrovato, era in condizioni disumane.

Un malore in strada per il 68enne

Si chiamava Giorgio Pisano, 68 anni, residente a Serramanna, nel Medio Campidano, in provincia di Cagliari. L’uomo stava percorrendo una strada in località ‘Sa via sa Funtana’ quando è stato colto da un improvviso malore che non gli ha lasciato scampo. Non si è ancora certi della causa della morte, ma è facile immaginare che possa trattarsi di un problema cardiaco. Una volta caduto al suolo privo di vita, il cadavere del 68enne è stato avvicinato da alcuni cani randagi che, sentendone l’odore, hanno iniziato a cibarsi di lui.

Il ritrovamento del cadavere

Sono stati gli stessi familiari dell’uomo, allarmati non vedendolo tornare dai terreni dove si era recato a fare alcuni lavoretti, a trovare il suo cadavere. Dopo essersi messi alla sua ricerca, infatti, ripercorrendo il tragitto e la strada che avrebbe percorso l’uomo, hanno trovato il cadavere sbranato e dilaniato dagli animali.
Il medico legale ha accertato la presenza di morsi di animali su gambe, braccia ed altre parti del corpo dell’uomo, ma ha constatato che il decesso è avvenuto per un malore precedente all’assalto dei randagi. É stata comunque disposta l’autopsia sul corpo.

Condividi
Laureata in Letteratura, Musica e Spettacolo, ha studiato Narrativa e Sceneggiatura cine-televisiva. Grande appassionata di libri, film e serie tv. La scrittura, in ogni contesto, è il suo modo preferito per esprimersi, dare forma ai concetti e condividerli con il mondo.