Carne rossa cancerogena, interviene l’oncologo Veronesi

Carne rossa cancerogena, interviene l'oncologo Veronesi

Dopo il boom di notizie circolate su tutti i media, riguardanti lo studio dell’ OMS sulla relazione tra il consumo di carne rossa e il rischio che sia cancerogena, ora a parlare è l’oncologo Umberto Veronesi. Attraverso le sue rivelazioni il medico appare per niente sorpreso dalla notizia che ora è al centro dei dibattiti. Secondo Veronesi questo è un problema che è a conoscenza del mondo già da una ventina di anni e che ora sta uscendo fuori grazie a studi più concreti e precisi che permettono di sistemare in modo accurato l’alimentazione che potrebbe combattere la formazione di tumori.

L’unico modo per vincere il cancro è quando le persone “non si ammaleranno più e non quando potranno essere curate”. L’oncologo, che ha scelto di essere vegetariano molto prima di diventare un eccellente medico, ama gli animali in quanto rispetta in pieno il loro diritto alla vita, ma lo è anche per dare un contributo a salvaguardare quella catena che permette l’esistenza su questa terra. L’eccessivo consumo di cibo, soprattutto carne, ha portato alla morte migliaia di occidentali e allo stesso tempo ha portato alla fame altrettante persone che hanno sofferto e soffrono di malnutrizione. Questo, dice Veronesi, è “un grande passo per la ricerca e per il mondo”.

Leggi anche: